Sabato, 09 Agosto 2014 17:57

Iraq. Continueremo i raid contro i jihadisti. IL VIDEO

Scritto da

NEW YORK - «Se necessario» i raid aerei americani contro lo Stato islamico in Iraq continueranno. Lo ha affermato il presidente americano, Barack Obama.  Gli Stati Uniti infatti  hanno esteso la loro offensiva lanciando due nuovi attacchi aerei per bloccarne l'avanzata su Erbil, capoluogo del Kurdistan iracheno. In una nota del Pentagono, si legge che droni e jet militari hanno colpito due volte una posizione dei combattenti sunniti «eliminandoli con successo».

Il presidente Usa, in un intervento televisivo dal giardino della Casa Bianca, ha detto che non c'è una tabella di marcia precisa sulla fine dei raid aerei americani contro i jihadisti dello Stato islamico nel nord dell'Iraq. Obama ha sottolineato che è «impossibile risolvere il problema nel giro di poche settimane». 

«Non penso che risolveremo il problema in poche settimane», ha detto Obama nel corso di una conferenza stampa. «Ci vorrà del tempo», ha aggiunto il presidente americano, precisando che gli Stati Uniti sono stati spinti ad intervenire perché l'avanzata dei jihadisti dell'Is è stata «più rapida» di quanto avevano previsto i servizi di intelligence. L'avanzata delle milizie dello Stato Islamico nell'Iraq settentrionale è stata «più rapida di quanto non si aspettassero i responsabili politici dentro e fuori» dal Paese arabo: ha ribadito Barack Obama  ammettendo che una certa sottovalutazione dell'emergenza c'è stata anche da parte Usa. Washington, ha puntualizzato il presidente americano, continuerà a fornire assistenza e consulenza militari tanto alle autorità centrali irachene quanto alle forze della regione autonoma del Kurdistan. Non sono però gli Stati Uniti, ha ammonito, a doversi fare interamente carico del problema: in tal senso è fondamentale che Baghdad si munisca finalmente di un nuovo governo unitario, a oltre tre mesi di distanza dalle elezioni legislative del 30 aprile. «Penso», ha osservato Obama, «che questa per un sacco di esponenti iracheni sia stata una sveglia, per far capire loro che occorre ripensare il da farsi se davvero vogliono tenere insieme il loro stesso Paese».

 

Correlati

Cerca nel sito

ban.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Twitter mania. Arte, poesia, storia, giornalismo, politica e altre amenità nei…

Twitter mania. Arte, poesia, storia, giornalismo, politica e altre amenità  nei caratteri simbolo della nostra epoca

I geroglifici degli antichi Egizi, i bassorilievi sulle colonne romane, gli epigrammi di Marziale, le commedie in un atto di Achille Campanile, gli aforismi di Leo Longanesi.

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Nft, blockchain, criptovalute stanno davvero cambiando il mondo dell’arte come…

Nft, blockchain, criptovalute stanno davvero cambiando il mondo dell’arte come lo conosciamo?

Siamo di fronte a una bolla speculativa destinata a scoppiare? Oppure, come sostiene Beeple, la cui opera digitale è stata venduta per 70 milioni di dollari da Christie’s a New...

Rita Salvadei - avatar Rita Salvadei

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]