Lunedì, 11 Agosto 2014 16:32

Iraq: migliaia di rifugiati yazidi “rimpallati” fra Iraq e Siria. IL VIDEO

Scritto da

BAGHDAD - C‘è un dramma nel dramma della tragedia irachena, quello degli Yazidi. Si tratta di una minoranza religiosa considerata apostata dagli integralisti di Isis e per questo perseguitata. La scelta loro posta è una: convertirsi all’Islam o essere uccisi. Centinaia sono già stati giustiziati.

Per sfuggire alle persecuzioni molti hanno cercato rifugio in Siria ma sono stati rimpallati dalle autorità locali e respinti in Iraq. Un mare di persone che non è protetta da nessuno. L’offensiva curda e statunitense ha permesso a circa 20.000 persone di sfuggire dall’assedio a cui erano sottoposte nella città di Senjar, al nord. Per chi è fuggito però, i mezzi scarseggiano: “Ho messo due figli su di un auto e sono tornata a prendere questo”,dice una donna, “ma la macchina era già partita. Per questo me la sono dovuta fare a piedi. Non so se rivedrò più i miei altri figli o mio marito”. Una tragedia umanitaria peggiorata dal forzato rientro in Iraq di queste persone dato che Damasco non è al momento in condizione di offrire aiuto ai rifugiati e li ha rispediti nelle fauci di chi vorrebbe sterminarli.

 

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

C’è sempre un Simenon in libreria

C’è sempre un Simenon in libreria

Vai dal tuo libraio e ti senti chiedere: “Hai visto il nuovo Simenon?”  e ti mette in mano La fattoria del coupe de vague, un Simenon d’annata che Adelphi pubblica...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

L’emergenza Covid ha reso ancor più evidente di quanto non fosse sempre stato l’importanza della ricerca farmaceutica. Novartis, impegnata a scoprire nuovi farmaci è tra le prime aziende al mondo...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]