Venerdì, 22 Agosto 2014 12:00

Jidhaista inglese su Twitter: “Sarò la prima donna a decapitare un ostaggio”

Scritto da

LONDRA - Dopo la decapitazione del reporter James Foley, ha osannato la decapitazione. Si tratta si una ragazza inglese convertita all'Islam, che su Twitter  ha invitato i suoi «follower» a festeggiare l'esecuzione dell'ostaggio.

Ma Khadijah Dare non si è limitata a questo. Ha infatti dichiarato di voler  diventare la prima donna a giustiziare un ostaggio occidentale. Infine ha poi invitato altre giovani donne di Londra a raggiungerla in Siria. 

Khadijah Dare, 22 anni, madre di un figlio, si sarebbe trasferita in Siria nel 2012 per raggiungere il marito, Abu Bakr, un combattente  dell'Isil con cittadinanza svedese di origine turca, riporta il Telegraph. La donna sul suo  account Twitter si firma col nome di Muhajirah fi Sham, che significa appunto immigrata in Siria’. 

Ecco il messaggio della donna in cui loda l’esecuzione del giornalista americano:  «Any links 4 da execution of da journalist plz. Allahu Akbar. UK must b shaking up ha ha. I wna b da 1st UK woman 2 kill a UK or US terorrist!(sic)».  Pochi giorni fa aveva postato una foto del figlio che imbracciava una mitragliatrice.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]