Sabato, 08 Novembre 2014 11:02

Berlino grande festa del fine settimana per i 25 anni dalla caduta del muro. IL VIDEO

Scritto da

La capitale tedesca ricorderà i 25 anni della caduta del muro abbattuto nel 1989, primo passo della riunificazione delle due Germanie. Era il 9 novembre quando si esaurì una visione del mondo.

In migliaia passeggiano alla porta di Brandeburgo scattando fotografie e assistendo alle prove del grande concerto di domenica con ospiti come il cantautore Udo Lindenberg. Le telecamere di euronews hanno avvicinato molta gente. Anche per chi tedesco non è, ma ha vissuto l’esperienza anche solo di veder costruire quella barriera, i ricordi sono indelebili. “Era il 1962 quando hanno cominciato a costruirlo. Quando l’ho visto non era così alto, non c’era ancora il filo spinato, ma fu impressionante vederlo”, dice un turista francese. “Abbiamo visto i carri armati ed essere qui 25 anni dopo è incredibile. Io pensavo che non avrei mai vissuto abbastanza per vederlo abbattere. È successo e sono contenta”, aggiunge una tedesca. “Il muro era il capolinea per quelli dell’est e dell’ovest. Non si andava oltre. E se qualcosa restava imbambolato a guardare il muro, le guardie di frontiera ti venivano a portare via o ti gridavano di muoversi”, ricorda un uomo. Domenica, a partire da mezzogiorno, per tutto il giorno, la Porta di Brandeburgo, sarà teatro di un evento-concerto con tanti ospiti che si alterneranno sul palco. Conclusione con l’esibizione di Peter Gabriel che canterà una versione inedita di Heroes di David Bowie, in ricordo di tutte le vittime del Muro. “Sono passati 25 anni”, ci spiega il nostro inviato, “ma per molte persone sembra che gli eventi siano accaduti appena ieri. Un’esperienza dolorosa che ha distrutto famiglie e che si cercherà di esorcizzare con una grande festa questo fine settimana”.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]