Venerdì, 09 Gennaio 2015 21:21

Un fumettista ebreo, testimone della Shoah, fra le vittime dell'attacco a Charlie Hebdo

Scritto da

PARIGI - Georges Wolinsky era uno strenuo, commovente sostenitore della libertà di espressione. Quando i nazisti occuparono la Tunisia, nel novembre del 1942, la sua famiglia di fede ebraica subì una dura e umiliante persecuzione.

Centomila ebrei vivevano allora nel paese nordafricano, dove i carnefici di Hitler imposero leggi razziali e politiche antisemite. Ognuno di loro fu costretto a portare sugli abiti la stella di David, mentre l'intera comunità ebraica subì la confisca dei beni. Più di cinquemila ebrei tunisini furono deportati dalla Tunisia e molti non tornarono. Centosessanta furono mandati nei campi di concentramento in Francia. Wolinsky ha sempre serbato memoria di quegli anni e in un'intervista ricordò il giorno della liberazione: "Mentre gli altri ragazzi si aspettavano dagli americani e dai loro alleati un po' di cioccolato, io chiesi: 'Johnny, hai per caso qualche fumetto?'. Così iniziò la mia passione". Negli anni 1970 Wolinski creò insieme a Georges Pichard il personaggio di Paulette, un grande successo internazionale. Nel 2005 gli fu assegnato il prestigioso Premio Città di Angoulême. Scampato alla furia nazista, è morto il 7 gennaio scorso per mano di altri propugnatori dell'odio e della violenza. Era una leggenda nel campo della letteratura più amata dalle nuove generazioni: il fumetto. Gli amici della libertà e della pace non lo dimenticheranno mai.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]