Domenica, 11 Gennaio 2015 10:44

Air Asia. Ispezione coda, si cerca la scatola nera. VIDEO

Scritto da

JAKARTA - La marina indonesiana, come promesso, sabato ha recuperato la coda del volo AirAsia 8501 dal mare di Giava, due settimane dopo lo schianto che ha provocato la morte di 162 persone.

La sezione dell’aereo è stata trasferita nel vicino porto di Kumai per consentire un’accurata ispezione. Le ricerche della scatola nera, forse separata dal resto al momento dell’impatto con l’acqua, proseguono anche a 30 metri di profondità, nel luogo dove venerdí è stato captatao il segnale. Il fondale molto fangoso, le forti correnti e la visibilità ridotta rendono le operazionmi molto difficili. Gli investigatori contano di far luce sul caso grazie ai parametri raccolti dal dispositivo: conversazioni, suoni, dati di volo, inclusi velocità, altitudine e comandi del pilota. La causa dello schianto rimane un mistero. Il 28 dicembre, l’aereo prima di precipitare avrebbe incontrato una perturbazione e chiesto una modifica alla rotta prima che le comunicazioni si interrompessero. Finora sono stati recuperati 48 corpi. Le ricerche dei sommozatori, in questo caso, si concentrano sulla parte centrale della carlinga dell’aereo, dove si pensa sia rimasta intrappolata la maggior parte dei corpi.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]