Giovedì, 05 Febbraio 2015 18:17

Tsipras, la Troika è finita. Basta prendere ordini

Scritto da

ROMA -  Il premier greco Alexis Tsipras concretizza le promesse fatte al suo elettorato. Oggi durante la prima riunione del Parlamento di Atene tuona contro la troika. "La Grecia non prenderà più ordini,  specialmente attraverso email. La Grecia - insiste - non è più il povero partner che sta a sentire le prediche per fare i compiti a casa". E soprattutto, dice  ancora, in riferimento alla decisione della Bce di non accettare più i suoi titoli a garanzia dei prestiti, "non può essere ricattata, perché la democrazia in Europa non può essere ricattata".

E poi: "Abbiamo un impegno con le regole dell' Ue anche se non siamo d'accordo con esse. Le rispettiamo e rispetteremo la regola che riguarda i bilanci senza deficit. Ma l'austerità e gli irraggiungibili avanzi primari non costituiscono le regole istitutive dell'Ue". Insomma per Tsipras, "La Troika è completamente finita. La democrazia greca non intende ricattare nessuno e non può essere ricattata". "Chiediamo tempo". E ancora: basta "prediche".

Quindi, secondo Tsipras - tornato ad Atene dopo un tour che lo ha portato nei giorni scorsi a Roma, Parigi e Bruxelles - è arrivato il momento per la Grecia e per l'Europa di "voltare pagina  sull'austerità". 

BCE contro la Grecia

Subito la replica della Bce, che sceglie la linea dura con la Grecia. Dalla settimana prossima non saranno più accettati in garanzia i  titoli del debito pubblico di Atene. Se tecnicamente Francoforte  rimuove la delega introdotta nel 2010, sostanzialmente reagisce alla decisione di Atene di uscire dal programma di risanamento della Troika. E lo fa con una svolta radicale, approvata a larga maggioranzadal Direttivo, che rischia di paralizzare l'attività del sistema bancario greco. Il messaggio è chiaro, ''se volete condizioni di favore, dovete lavorare con la Troika''.

Cittadini in piazza contro l'austerity

E proprio contro l'austerity oggi i cittadini greci sono tornati in piazza per protestare.  Migliaia di persone si sono radunate davanti al Parlamento greco in piazza Syntagma ad Atene in sostegno al nuovo governo in coincidenza con l'insediamento del nuovo Parlamento. Secondo i media greci e i social network, diverse strade accanto alla piazza sono state chiuse al traffico.

La manifestazione, convocata alle 17 ora italiana, è stata organizzata proprio sulle reti sociali stamattina, mentre dall'Europa arrivavano notizie di 'chiusura' nei confronti delle richieste del governo di Alexis Tsipras, che chiede una rinegoziazione del debito. Una manifestazione simile è stata organizzata a Salonicco, seconda città del Paese.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Prima edizione di “Sinfonia d’impresa”, dedicata a Glauco Dei

MONTEPULCIANO - Il 22 settembre alle Cantine Dei di Montepulciano si è svolta la prima edizione di Sinfonia d'Impresa dedicata all'ingegner Glauco Dei, un industriale che ha saputo coniugare cultura...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]