Lunedì, 16 Febbraio 2015 19:14

Grecia, inaccettabile la proposta dell'Eurogruppo

Scritto da

Fassina a Renzi: "Accogli la proposta di Tsipras"

BRUXELLES  - E' terminata l'attesa riunione  dell'Eurogruppo dedicata al dossier Grecia.  Fonti del governo greco definiscono "irragionevole" e "inaccettabile" una bozza di accordo presentata ai ministri finanziari dell'Eurogruppo. "Alcuni - spiega la fonte senza precisare chi avrebbe composto il testo - vogliono che il governo greco implementi il salvataggio, il che e' irragionevole e non accettabile". "Coloro i quali - aggiunge la fonte - continuano a battere questi tasti stanno perdendo tempo. A queste condizioni non ci puo' essere accordo oggi". 

La bozza di dichiarazione bocciata dalla Grecia prevedeva in particolare la richiesta da parte delle autorita' greche di una "estensione tecnica di 6 mesi dell'attuale programma come passo intermedio" per permettere di dare tempo alle autorità greche e all'Eurogruppo di negoziare "una successiva intesa". Sarebbe proprio questo il punto critico, lo stesso su cui e' sfumato l'accordo all'Eurogruppo straordinario di giovedi' scorso. Ora le discussioni stanno comunque andando avanti fra i ministri dei 19 e c'è l'ipotesi di concedere ancora qualche giorno di lavoro ai tavoli tecnici per negoziare una nuova soluzione, riaggiornando la riunione dei ministri a venerdì prossimo. 

Nel frattempo Stefano Fassina durante il dibattito della Direzione Pd chiede a Matteo Renzi di accogliere la proposta Tsipras: "La conferenza sul debito proposta da Tsipras la dovremmo prendere seriamente in considerazione", così come quella per "un programma vero di investimenti", perchè "il piano Juncker è un passo avanti, ma drammaticamente inadeguato alla stagnazione che abbiamo di fronte". E poi: "Non possiamo accontentarci di un ruolo di cerniera, dovremmo essere protagonisti attivi perchè i problemi della Grecia sono problemi sistemici". A giudizio di Fassina "la Grecia è il caso estremo di una cura sbagliata che aggrava la malattia. Ma è la stessa cura che viene raccomandata a tutti gli altri Paesi, ed è questa cura che dobbiamo mettere radicalmente in discussione. L'Eurozona è su una rotta insostenibile e rischiamo di andare a sbattere se non c'è un radicale mutamento".

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]