Martedì, 24 Febbraio 2015 09:05

Francia. Sequestrati documenti a sei persone pronte per unirsi a jihad. VIDEO

Scritto da

PARIGI - Ritirati passaporti e carte d’identità a sei francesi, provenienti dalle regioni Rhône-Alpes e Provenza. Parigi teme che i sei fossero in procinto di partire per unirsi alla jihad.

Diversi sarebbero stati identificati grazie a familiari che si sarebbero rivolti al numero verde istituito a novembre per combattere l’estremismo di matrice islamica. Nelle prossime ore le autorità potrebbero applicare lo stesso provvedimento restrittivo ad altre 40 persone. “Il loro profilo? – spiega il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve – Sono essenzialmente giovani. Il venti percento si è convertito ed è tentato di unirsi alle operazioni dei terroristi. Abbiamo elementi sufficienti per confermare le loro intenzioni e il divieto di viaggiare eviterà che passino dall’altra parte”. Il provvedimento rientra nella legge anti-terrorismo, approvata a novembre, che mira a impedire le partenze per Iraq e Siria. Partenze che solitamente hanno come scalo intermedio la Turchia. Al posto dei documenti i sei hanno ottenuto una semplice ricevuta contenente tutti gli estremi per essere identificati. I loro nomi sono stati trasmessi al sistema informatico Schengen, accessibile da tutti i valichi di frontiera europei. Secondo il premier Manuel Valls 1400 persone con passaporto francese sarebbero in qualche modo legate alla jihad. Di queste almeno 410 sarebbero già in Siria o in Iraq. Il sequesto dei documenti per sei mesi (rinnovabile fino a un massimo di due anni), è una misura già adottata in altri Paesi europei come, ad esempio, la Germania.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]