Mercoledì, 08 Aprile 2015 11:14

Greenpeace contro Shell per fermare trivellazioni Artico

Scritto da

ROMA - 750 miglia a Nord-Ovest delle Isole Hawaii, nell’Oceano Pacifico. È lì che la protesta di Greenpeace contro le trivellazioni nell’Artico ha toccato ieri il proprio vertice.

Con una spettacolare azione 6 attivisti della Ong ambientalista si sono arrampicati fino a 40 metri di altezza sulla Polar Pioneer, una piattaforma petrolifera di Shell destinata alle trivellazioni nel Mare di Chukchi, in Alaska. “Nonostante lo stesso governo degli Stati Uniti ammetta che c‘è il 75% di possibilità che le trivellazioni nel Mare di Chukchi causino perdite di petrolio, l’amministrazione Obama ha dato il primo via libera a Shell per le trivellazioni nell’Artico” dice Laura Kenyon, una delle militanti che partecipa all’azione. 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]