Sabato, 18 Aprile 2015 14:23

Afghanistan, attentato 35 morti. isis rivendica

Scritto da

KABUL I jihadisti del sedicente Stato islamico (Is) hanno rivendicato la serie di attentati che ha colpito questa mattina la città afghana di Jalalabad, facendo almeno 35 vittime.

Lo ha detto il presidente afghano Ashraf Ghani, confermando le notizie circolate in mattinata sui media locali in merito alla rivendicazione da parte del gruppo terroristico che ha fondato il suo ''califfato'' tra Iraq e Siria e insidia un numero crescente di paesi a maggioranza islamica.       Se la rivendicazione fosse confermata, sarebbe il primo grave colpo messo a segno dall''Is in Afghanistan. In un comunicato, la ''Wilayat (distretto) del Khorasan'' dell''Is cita il nome dell''attentatore di Jalalabad e allega una sua foto a volto coperto con un Kalashnikov accanto. Alle sua spalle si vede la bandiera nera dell''Is. "Chi ha rivendicato l''orribile attacco di oggi nella provincia del Nangarhar? - ha chiesto il presidente Ghani durante una  vista a Badakhshan - Non lo hanno rivendicato i Talebani, ma il Daesh", acronimo arabo del sedicente Stato islamico. In precedenza i Talebani avevano escluso ogni loro ruolo nell''attacco di Jalalabad, condannandolo.

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]