Lunedì, 25 Maggio 2015 09:55

La Spagna svolta a sinistra. Podemos, il cambiamento

Scritto da

MADRID - Di evidente c‘è la forza e il desiderio di cambiamento. Le amministrative e regionali in Spagna hanno sferrato un duro colpo alla destra di governo che perde il controllo di Madrid dopo 24 anni.

A far cambiare gli equilibrii a favore della sinistra è stata in primo luogo l’annunciata valanga di voti per Podemos. Pablo Iglesias, leader del movimento: “È una notte magica per la Spagna e credo che sia il primo giorno dell’inizio di un cambiamento” ha detto. “Dopo le elezioni europee avevo detto che il cambiamento era possibile in Spagna e ora è una realtà. Questa ventata d’aria nuova ci porterà alla vittoria alle elezioni di novembre contro il Partito Popolare”. I circa 2,6 milioni di voti che i popolari hanno perso rispetto alle elezioni del 2011 sono stati sufficienti a far perdere al partito di governo la maggioranza assoluta in tutti i consigli comunali e le regioni nel Paese. A Madrid la candidata appoggiata da Podemos, Manuela Carmena, ha ottenuto un voto in meno rispetto a Esperanza Aguirre del PP, ma l’alleanza con i socialisti le dovrebbe permettere di guidare la capitale. La candidata della piattaforma di sinistra Ada Colau a Barcellona ha festeggiato quella che ha definito la vittoria di Davide contro Golia. “La cosa più importante questa sera è che siamo difronte alla vittoria di Davide contro Golia. In pochi mesi” ha detto “questa candidatura ha portato Barcellona e la giunta comunale nelle mani dei cittadini”. Nel capoluogo catalano tuttavia i giochi delle alleanze saranno complessi. Nel suo discorso Calau si è inoltre pronunciata a favore di un referendum sull’indipendenza della regione autonoma. L’inviato di euronews Francisco Fuentes: “Fino all’ultimo voto. Le elezioni nella città di Barcellona sono state le più serrate della storia. La candidatura della sinistra Barcelona en Comù ha vinto le elezioni. Tuttavia nel nuovo Consiglio Municipale siederanno 7 partiti politici differenti”. 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]