Giovedì, 18 Giugno 2015 17:46

Preso il killer 'razzista' della strage di Charleston

Scritto da

WASHINGTON - Alla fine il presunto killer autore della strage nella chiesa metodista di Charleston è stato arrestato. Si tratta del ventunenne Dylann Roof,  catturato in Nord Carolina dalle forze di Polizia locali.

"Attualmente è sotto custodia delle forze di polizia", avrebbe rivelato un alto funzionario informato dei fatti.  Il giovane dopo essere entrato nell'edificio religioso ha aperto il fuoco uccidendo nove persone, tutte afroamericane. Un vero e rporprio attentato a sfondo razzista. I sopravvissuti   avrebbero raccontato l'episodio nei dettagli dicendo che il ragazzo avrebbe urlato dicendo che i "neri stuprano le donne bianche e si vogliono imporre su di noi".  

In una foto diffusa dalla polizia, Dylann Roof, il killer di Charleston, appare con lo sguardo truce e con indosso un giubbotto nero su cui sono cucite due bandierine: una e' degli afrikaner del vecchio Sudafrica dell'apartheid, l'altra e' della defunta Rhodesia razzista. La polizia aveva anche diffuso un'altra foto che sembra essere una segnaletica, in cui Roof sembra indossare una tuta arancione da galeotto. Secondo alcune fonti, in passato Roof sarebbe stato incriminato per reati di droga e per violazione di domicilio.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]