Venerdì, 19 Giugno 2015 08:44

In Danimarca impazza la destra xenofoba e anti immigrati

Scritto da

COPENHAGEN - In Danimarca è vittoria per il blocco conservatore dell'ex premier Lars Lokke Rasmussen, che si aggiudica il 51,5% dei voti e la maggioranza necessaria a governare il Paese, soprattutto grazie al risultato sorprendente dei populisti xenofobi e anti-immigrati del Partito del popolo danese che ha conquistato il 21,1% dei voti, diventando di fatto il secondo partito in Parlamento.

I socialdemocratici della premier uscente Helle Thorning-Schmidt restano il primo partito del Paese, avendo ottenuto il 26,3% dei voti, ma hanno già ammesso la sconfitta.Il blocco di destra, formato  da Venstre, Partito popolare danese Df, Alleanza liberale e conservatori, ha ottenuto 90 seggi, contro gli 85 della sinistra attualmente al governo. Il Df ha conquistato 37 seggi, tre in più di Venstre (19,5%) e ben 15 in

più rispetto alle elezioni di quattro anni fa.Soddisfatto a metà,  nonostante la vittoria del blocco di destra, il leader dello schieramento conservatore Lars Lokke Rasmussen: "Venstre ha perso sostegno", ha ricordato, facendo riferimento al 7% in meno rispetto all'ultima tornata elettorale. "Non sono

state buone elezioni per noi. Ma la maggioranza pensa che la Danimarca deve cambiare governo", ha affermato, dicendosi comunque "pieno d'energia". Helle Thorning-Schmidt, da parte sua, ha annunciato che lascerà la presidneza dei social-democratici.Esulta,  invece, il leader del Partito del popolo danese, Kristian Thulesen Dahl. "siamo un partito che questo Paese deve prendere sul serio. E' stata una festa della democrazia", ha commentato. 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]