Giovedì, 09 Luglio 2015 09:01

Siria. Allarme profughi. Oltre 4 milioni in fuga da fame e guerra

Scritto da

ROMA - Sono più di quattro milioni i profughi siriani che hanno abbandonato il loro Paese a causa di un conflitto che prosegue ormai senza interruzioni dai primi mesi del 2011.

Lo ha reso noto l''Unhcr, l'agenzia Onu per i rifugiati, secondo cui si tratta della più grave crisi umanitaria degli ultimi 25 anni. A peggiorare ulteriormente il quadro è il numero degli sfollati interni in Siria che, sempre secondo l'Unhcr, supera i 7,6 milioni. "Questa è la più grande popolazione di rifugiati causata da un unico conflitto in una generazione. E'' una popolazione che ha bisogno del sostegno del mondo, ma che invece vive in condizioni terribili e sprofonda nella povertà", ha dichiarato in una nota l''Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati Antonio Guterres. La maggior parte dell''esodo dei profughi siriani è diretto verso la Turchia, dove nel solo mese di giugno sono arrivate oltre 24mile persone dal nord della Siria, dove infuriano i combattimenti tra i jihadisti del sedicente Stato islamico (Is) e i militanti curdi. Al momento sono oltre 1,8 milioni i siriani in Turchia.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

C’è sempre un Simenon in libreria

C’è sempre un Simenon in libreria

Vai dal tuo libraio e ti senti chiedere: “Hai visto il nuovo Simenon?”  e ti mette in mano La fattoria del coupe de vague, un Simenon d’annata che Adelphi pubblica...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Il laboratorio scientifico: il cuore pulsante in tempi di Coronavirus

Il laboratorio scientifico: il cuore pulsante in tempi di Coronavirus

Intervista a Giancarlo De Matthaeis, presidente di Labozeta Spa, insignito recentemente a Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]