Venerdì, 06 Novembre 2015 10:08

Parigi, Cop21. Scattano i controlli alle frontiere

Scritto da

PARIGI  - La Francia imporrà controlli alle frontiere per un mese in occasione della Conferenza dell'Onu sul clima che si svolgerà dal 30 novembre all'11 dicembre.

Lo ha annunciato il ministro degli Interni francese, Bernard Cazeneuve, intervistato su Radio Montecarlo."Per un mese, stabiliremo dei controlli alle frontiere" ha dichiarato il ministro, evocando "un contesto di minaccia terroristica ma anche il rischio di disordini di ordine pubblico". "Non si tratta di una sospensione di Schengen (...) che prevede bensì in uno dei suoi commi la possibilità per gli Stati di introdurre controlli in circostanze particolari, come ad esempio la COP21", ha spiegato Cazeneuve.

La misura, già anticipata dai media, non rappresenta nel modo più assoluto - secondo Cazeneuve - una "sospensione del trattato di Schengen, che prevede in uno dei suoi articoli la possibilità per gli stati" di ripristinare un controllo alle frontiere "in circostanze particolari, come la COP21". Il ministro ha parlato - ai microfoni di Bfm e Rmc - di "un contesto di minacce terroristiche o di rischio di turbativa dell'ordine pubblico". 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]