Lunedì, 11 Gennaio 2016 11:26

Spagna. Infanta alla sbarra. Parte processo per evasione

Scritto da

MADRID - Si è aperto stamani a Palma di Maiorca il processo per il "caso Noos" che vede tra gli imputati l'infanta Cristina di Borbone, sorella del Re di Spagna Felipe VI.

Accusata di evasione fiscale nell'inchiesta centrata sulle attività di suo marito Inaki Urdangarin, a cui viene contestato di avere sottratto milioni di euro di fondi pubblici attraverso un ente di beneficenza, la secondogenita di Juan Carlos e Sofia è il primo membro della casa reale spagnola a sedersi sul banco degli imputati e rischia una pena fino a 9 anni di carcere. Per il marito, un ex giocatore di pallamano professionista responsabile insieme al socio Diego Torres, anch'esso indagato, della fondazione no-profit legata allo sport al Noos Institute, l'accusa ha invece chiesto 19 anni e mezzo di carcere per appropriazione indebita. 

Cristina, membro del consiglio d'amministrazione dell'organismo, si è sempre detta completamente estranea alle attività di suo marito, al quale aveva delegato la gestione dei fondi comuni, ma la versione non ha mai convinto i giudici che la riterrebbero "cooperatrice necessaria" nei due presunti crimini fiscali commessi dal consorte, con i fondi che finivano verso società intestate proprio alla coppia. A seguito dello scandalo, sia la principessa che Urdangarin sono stati esclusi da ogni cerimonia ufficiale della casa reale dalla fine del 2011. Lo scorso giugno, Filippo VI ha inoltre ordinato di ritirare il titolo di Duchessa di Palma alla sorella.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]