Lunedì, 15 Febbraio 2016 12:40

Siria: Mosca contro i raid turchi, "aggressivi e provocatori"

Scritto da

MOSCA - La Russia ha espresso "grave preoccupazione" per i bombardamenti dell'aviazione turca sulle postazioni curde in Siria e ha detto che sosterra' la richiesta di Damasco che la questione venga discussa al Consiglio di Sicurezza Onu.

La Russia, ha attaccato il ministero degli Esteri in una nota, considera le azioni turche come "un palese sostegno al terrorismo internazionale e una violazione delle pertinenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza Onu e degli impegni assunti dalla Turchia come paese membro del gruppo di sostegno Amici della Siria a Monaco, Vienna e New York". Il ministero ha poi sottolineato che la Russia sosterra' "la richiesta di Damasco che la questione venga discussa al Consiglio di Sicurezza Onu, in quanto Ankara crea una minaccia per la pace e la sicurezza nella regione del Medio Oriente e oltre i suoi confini". Mosca ha condannato in particolare i bombardamenti turchi oltre il confine su centri abitati, da poco liberati dai terroristi per mano dell esercito governativo e delle squadre delle milizie curde . A detta di Mosca, in questi attacchi sono state causate molte vittime e feriti tra i civili, distrutte infrastrutture e case e la Turchia continua a far entrare in "modo illegaledal suo territorio in Siria gruppi di jihadisti e mercenari armati".

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]