Domenica, 28 Febbraio 2016 12:10

Migranti. L'allarme della Grecia: 70mila migranti intrappolati a marzo

Scritto da

ATENE - Il numero di rifugiati e migranti nel territorio della Grecia potrebbe più che triplicare il mese prossimo, raggiungendo le 70mila persone, visto che il "tetto" agli attraversamenti di frontiera da parte dei Paesi dei Balcani li lascia "intrappolati" nel Paese.

E' l'allarme lanciato dal governo greco."Stimiamo che nel nostro Paese il numero di coloro che sono intrappolati sarà tra i 50mila e i 70mila il mese prossimo", ha dichiarato il ministro delle Migrazioni, Yiannis Mouzalas, in un'intervista concessa a Mega Channel tv, "Oggi, ci sono 22mila rifugiati e migranti".Circa 6.500 persone sono bloccate al campo Idomeni, nella frontiera nord della Grecia con la Macedonia, dal momento che i responsabili di frontiera macedoni hanno consentito il giorno precedente il passaggio di appena 300 rifugiati.I problemi al campo sono iniziati la settimana scorsa, quando la Macedonia ha iniziato a rifiutare l'ingresso agli afgani e imporre più rigidi controlli ai documenti sui siriani e gli iracheni. "L'imbottigliamento" rischia di aggravarsi dal momento che Slovenia e Croazia, Paesi membri dell'Ue, oltre che la Serbia e la Macedonia, hanno imposto un limite giornalisti agli ingressi di 580 migranti. Misure arrivate sulla "scia" del giro di vite dell'Austria, che ha introdotto un tetto giornaliero di ottanta richiedenti asilo e che ha annunciato consentirà il transito di soli 3.200 migranti.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]