Giovedì, 19 Maggio 2016 20:32

Aereo Egiptair. L'ipotesi è quella di una bomba

Scritto da

ROMA - Ormai si avvicina sempre più l’ipotesi che a causare il disastro aereo del volo volo MS804 dell’Egyptair in volo tra Parigi e Il Cairo sia stata una bomba.  Sarebbero i resti del velivolo ad aver impresso una traccia indelebile che fa pensare ad un vera e propria esplosione, come affermano fonti americane.

Se così fosse si tratterebbe di un attentato in piena regola, anche se ancora non c’è stata nessuna rivendicazione. Lo pensa anche il ministro egiziano dell'Aviazione civile, Sherif Fathy: “La situazione potrebbe indicare  che la possibilità di un'azione terroristica sia maggiore rispetto a  quella di un guasto tecnico, ma dobbiamo aspettare le indagini". L’aeromobile, com’è stato più volte ribadito non aveva avuto nessun problema tecnico.

“L’attentato terroristico è la pista "più  probabile" è quanto afferma anche il direttore dell'Fsb russo Aleksandr Bortnikov da Minsk, dove prende parte alla riunione dei responsabili dei servizi di sicurezza dei paesi della Comunità degli Stati indipendenti.  

Bortnikov, citato  dall'agenzia russa Tass, sollecita quindi "tutte le parti interessate, inclusi i nostri partner in Europa, ad adottare tutte le misure necessarie per identificare le persone coinvolte in questo terribile  attacco".       

La compagnia aerea egiziana EgyptAir riferisce di una comunicazione "ufficiale" ricevuta "dal ministero egiziano dell'Aviazione civile da parte del ministero degli Esteri sul ritrovamento di materiale galleggiante riconducibile al relitto" dell'aereo scomparso dai radar e, si legge in una nota in arabo, "di alcuni giubbotti di salvataggio e materiale in plastica rinvenuti dalle autorità greche vicino alla isola di Karpathos".

EgyptAir precisa che le squadre di esperti egiziani "in cooperazione con la controparte greca" proseguono le operazioni di "ricerca degli altri resti dell'aereo sparito".

    

Nel frattempo il procuratore generale  dell'Egitto, Nabil Sadek, ha aperto un'indagine.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]