Venerdì, 20 Maggio 2016 08:17

Egitto. Smentito ritrovamento. Le ricerche continuano

Scritto da

ROMA - I resti del volo Egyptair Ms804, precipitato ieri a largo dell'isola greca di Karpathos, mentre era in viaggio da Parigi a Il Cairo con 66 passeggeri a bordo non si trovano.

Smentita dagli esperti, quindi, la notizia del ritrovamento di alcuni pezzi del velivolo, come di alcuni giubbotti di salvataggio che non sarebbero riconducibili all’aeromobile della compagnia egiziana, come ha confermato il capo dell'agenzia per la sicurezza aerea greca, Athanasios Binis. Insomma la scomparsa dai radar dell’Airbus 320, probabilmente precipitato ad appena 280 chilometri dalle coste egiziane, rimane a tutt’oggi un mistero irrisolto.  Nel frattempo ad aiutare le ricerche sono arrivate navi e aerei proveniente da Francia, Grecia che stanno perlustrando l’aerea in cui si ipotizza possano riaffiorare i resti.

L’unica certezza è che il velivolo non aveva nessun tipo di problemi. I piloti non hanno riferito nessuna anomalia con la torre di controllo. Rimane quindi anche l’ipotesi di un’esplosione a bordo che avrebbe potuto disintegrare l’aereo. Forse una decompressione esplosiva, oppure come credono sia russi che americani, una bomba a bordo, ovvero un atto terroristico in piena regola. Si attendono nuovi sviluppi.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]