Sabato, 25 Giugno 2011 15:32

Libia. Tv di Stato: raid Nato colpisce un ristorante e uccide 15 civili

Scritto da

TRIPOLI -  Alcuni testimoni riferiscono di aver sentito due esplosioni a Tripoli, mentre aerei della Nato stavano sorvolando la capitale. Le esplosioni, aggiungono, si sono prodotte a Tajoura, quartiere alla periferia est della capitale libica, da dove ora si levano alte colonne di fumo.

Tajoura è uno dei quartieri della capitale epicentro della rivolta repressa a febbraio-marzo dalle forze del rais.Lo riferisce l'emittente satellitare al-Arabiya. Poco prima la tv di Muammar Gheddafi aveva denunciato un raid dell'Alleanza Atlantica contro un panificio e un ristorante di Brega, che secondo fonti del governo avrebbe provocato la morte di 15 civili.

L'emittente non chiarisce però quando è avvenuto il raid, mentre un funzionario libico contattato dall'agenzia di stampa Jana ha detto che il bombardamento si è verificato oggi. La Nato ha smentito le accuse, dicendo di aver colpito «obiettivi militari». Il sito petrolifero di Brega si trova a metà strada tra la parte occidentale della Libia in mano al governo di Gheddafi e quella orientale controllata dagli insorti.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

C’è sempre un Simenon in libreria

C’è sempre un Simenon in libreria

Vai dal tuo libraio e ti senti chiedere: “Hai visto il nuovo Simenon?”  e ti mette in mano La fattoria del coupe de vague, un Simenon d’annata che Adelphi pubblica...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

L’emergenza Covid ha reso ancor più evidente di quanto non fosse sempre stato l’importanza della ricerca farmaceutica. Novartis, impegnata a scoprire nuovi farmaci è tra le prime aziende al mondo...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]