Sabato, 13 Agosto 2016 10:03

Siria. Manbij, popolazione liberata dal regime jihadista dell'Isis

Scritto da

ALEPPO - Dopo 73 giorni di combattimento il Fronte democratico siriano (Sdf), appoggiato dagli Usa riconquista la città di Manbij, città siriana del governatorato di Aleppo al confine con la Turchia, occupata dall'Isis dal 2014.

"Dopo la liberazione di Manbij, i membri dell'Isis  non saranno più in grado di viaggiare liberamente verso l'Europa", ha detto il leader curdo siriano Salih Muslim, considerando che sono state tagliate le vie di fuga  degli islamisti verso la Turchia e l'Europa.

Durante le operazioni militari sono stati liberati i 2.000 ostaggi che rano finiti nelle mani dell'Isis. Ne da' notizia il Guardian citando come fonti la Coalizione arabo-curda sostenuta dagli Stati Uniti e l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Intanto, sui social scorrono le immagini della gioia della popolazione di Manbji, sotto il giogo del Califfato fino al giorno dell liberazione: le dnne fumano liberamente, vengono improvvisati roghi di burqa e gli uomini si fanno fotografare mentre si fanno tagliare la barba, imposta dalla ideologia dello Stato Islamico. 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]