Venerdì, 18 Novembre 2016 08:00

Onu prolunga mandato inchiesta su uso armi chimiche in Siria

Scritto da

NEW YORK  - Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha prolungato di un anno, fino a novembre 2017, il mandato all'inchiesta incaricata di determinare la responsabilità degli attacchi chimici in Siria. Una risoluzione in questo senso, presentata dagli Stati uniti, è stata adottata in maniera unanime dai 15 paesi del consiglio, compresa la Russia che è alleata di Damasco.

Prevede che il mandato del Meccanismo d'inchiesta congiunto (Joint Investigative Mechanism, JIM) possa in seguito ancora essere prorogato, se "verrà ritenuto necessario". L'ambasciatrice americana Samantha Poert ha sottolineato che "il JIM è uno strumento necessario per lotare contro l'impunità". Ha inoltre affermato che ci sono "prove credibili di numerosi altri attacchi chimici realizzati dal regime siriano". Il suo collega russo Vladimir Safronkov, dal canto suo, has posto l'accento sulle "abbondanti prove di utilizazione delle armi chimiche da parte di organizzazioni terroristiche" e ha chiesto che gli inquirenti "non cedano alla pressione di alcuni paesi" per porre sotto accusa Damasco.  

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]