Lunedì, 15 Maggio 2017 10:00

Libia: raid aerei Haftar su Bengasi, vittime

Scritto da

TRIPOLI - I caccia dell'aviazione libica fedele al generale Khalifa Haftar, comandante dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), hanno compiuto questa mattina una serie di raid aerei sul quartiere di al Sabri di Bengasi. Secondo quanto ha reso noto un portavoce delle forze di Haftar, Riad al Shahib, i caccia hanno attaccato un gruppo di miliziani islamisti presenti in via Balo provocando la morte e il ferimento di diverse persone.

"Il gruppo di miliziani colpito si trovava in un punto strategico in un edificio pubblico usato come base dai gruppi armati dal quale partivano le loro operazioni anche al di fuori di Bengasi", ha spiegato al Shahib. Le milizie islamiche in passato controllavano una vasta zona di Bengasi mentre ora si sono ritirate ad al Sabri e nel mercato del pesce. Le forze di Haftar hanno conquistato negli ultimi mesi le zone di al Qawarsha, Ganfuda e Bousanib, nella parte ovest della citta'. Una volta terminata la battaglia di Bengasi, Haftar conta di concentrare le sue forze su quella di Derna che si trova 252 chilometri ad ovest in buona parte ancora in mano alle milizie islamiche.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]