Mercoledì, 26 Luglio 2017 10:43

Immigrazione: Francia, Hrw denuncia l'uso di gas urticanti contro i migranti a Calais

Scritto da

PARIGI - alais e' un inferno, scrive il quotidiano "Le Monde": l'organizzazione umanitaria Human Right Watch (Hrw), che denuncia regolarmente le violazioni dei diritti dell'uomo ovunque nel mondo, oggi mercoledi' 26 luglio ha pubblicato i risultati di un'inchiesta indipendente internazionale condotta tra i migranti accampati nei dintorni della citta' portuale di Calais.

Il quadro che ne emerge - sottolinea il quotidiano - e' agghiacciante: le forze dell'ordine francesi farebbero ripetutamente ricorso a violenze gratuite nei confronti degli immigrati irregolari, dei profughi richiedenti asilo e degli operatori umanitari che li assistono; oltre agli insulti ed alle botte, i migranti denunciano soprattutto il regolare ricorso contro di loro, da parte dei poliziotti, ai gas urticanti che hanno in dotazione. La situazione, sostiene Hrw, e' molto peggiorata dopo che alla fine del 2016 il governo francese ha smantellato la cosiddetta "giungla" che ospitava migliaia di migranti alla periferia di Calais e da allora sta facendo di tutto per evitare che nuovi accampamenti sorgano intorno alla citta' portuale. 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]