Domenica, 28 Agosto 2011 13:33

Libia. "Gheddafi lo stupratore". La denuncia delle amazzoni

Scritto da

TRIPOLI - Sembravano scomparse le famose amazzoni, le guardie del corpo speciali di Muammar Gheddafi. Invece cinque di loro hanno denunciato a una psicologa di Bengasi di essere state violentate dal rais e dai suoi figli. La notizia è stata diffusa dal quotidiano maltese  Times of Malta attraverso il suo sito internet.

La psicologa infantile Seham Sergewa di Bengasi, nota nel suo paese per le sue numerose apparizioni in tv, in passato si è occupata delle donne stuprate in Bosnia ed è arrivata alle amazzonì raccogliendo testimonianze di donne violentate dalle milizie di Gheddafi. Il suo dossier sugli stupri è stato trasmesso al Tribunale penale internazionale dell'Aja. Cinque ex guardie del corpo del dittatore hanno raccontato a Sergewa di essere state prima violentate da Muammar, poi  passate  a uno dei suoi figli e ad alti ufficiali. Una di queste donne ha detto di essere stata costretta col ricatto a diventare una  amazzone, altrimenti il fratello, arrestato per droga, sarebbe rimasto in prigione. La donna ha raccontato di essere stata sottoposta a un test sull'Aids da una infermiera dell'Europa dell'est, poi è stata condotta a Bab al-Aziziya, residenza del rais a Tripoli. Qui sarebbe stata introdotta nella dimora di Gheddafi, che si sarebbe fatto trovare in pigiama. Di fronte alla sue avances, la ragazza avrebbe fatto resistenza, e alla fine sarebbe stata violentata.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]