Sabato, 10 Settembre 2011 10:09

Interpol: Avviso rosso per il colonnello Gheddafi

Scritto da

ROMA - Alla richiesta di giovedì scorso del procuratore della Corte Penale Internazionale Luis Moreno-Ocampo, l'Interpol risponde diramando un allerta rossa a carico di Muammar Gheddafi, del figlio Saif Al-Islam e dell'ex numero 1 dell'intelligence libica Abdullah Al-Senussi.


Il colonnello è accusato di crimini contro l'umanità e per lui ed i suoi è stato spiccato un mandato di cattura internazionale che comporta ovviamente una eventuale richiesta di estradizione.
L'emissione di questo avviso, consultabile sul sito ufficiale dell'organizzazione internazionale www.interpol.int, è  un primo importante passo per la polizia criminale internazionale che riconosce formalmente il Consiglio nazionale di transizione come leader della Libia e avvia una stretta e necessaria collaborazione con l'ufficio del procuratore della C.P.I.
Ai 5 colori dell'arcobaleno, il rosso , il blu, il verde, il giallo e l'arancio a cui si va ad aggiungere il nero, corrispondono sei allerte classificate che l'Interpol può diramare.
Dunque la red notice colpisce oggi il raìs e con essa viene richiesto a tutti i paesi aderenti all'organizzazione internazionale di aiutare la Corte Penale Internazionale ad individuare e prendere
 in custodia Gheddafi; la stessa procedura fu attuata in dicembre per il fondatore di WikiLeaks Julian Assange.


L'allerta arancione è invece un informativa atta a mettere in guardia le autorità di pubblica sicurezza sulla possibilità di fuga di capitali o beni in possesso di individui considerati pericolosi;il coloro giallo viene utilizzato per la localizzazione delle persone scomparse, molto spesso minori; il blu per la raccolta d'informazioni sull'identità delle persone; il verde è riservato alle notizie di intelligence su criminali che potrebbero anche reiterare il fatto criminoso in altri paesi; la tinta più greve infine, il nero, viene utilizzata per la raccolta di dati su corpi non identificati.
Per Ronald Noble, segretario generale dell'Interpol, l'avviso diramato per Gheddafi e company limiterà di molto la loro capacità di movimento da un paese all'altro, permettendone la localizzazione ed infine l'arresto.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]