Lunedì, 21 Novembre 2011 16:17

Statunitensi manifestano per la chiusura della Scuola delle Americhe

Scritto da

Il luogo è famoso perché l’esercito USA vi ha addestrato noti torturatori, dittatori e assassini latinoamericani



ROMA - Almeno 5.000 manifestanti domenica 13 novembre si sono concentrati nei pressi di Fort Benning, a 173 Km. da Atlanta, dove ha sede l’Istituto per la Cooperazione dell’Emisfero Occidentale (WHISC), meglio conosciuto come la famigerata  Scuola delle Americhe per chiederne la chiusura definitiva. Tra di essi l’attivista Theresa Cusimano è stata fermata e detenuta dalla polizia per aver tentato di accedere all’area militare e rischia sei mesi di carcere.
Ad organizzare il sit in è stata la SOAW (School of Americas Watch) in coincidenza con l’anniversario dell’uccisione di sei religiosi gesuiti e di una loro inserviente in Salvador il 19 novembre del 1989. SOAW denuncia che continuano a ricevere addestramento militari e poliziotti di Colombia, Cile, Perú, Nicaragua, Repubblica Dominicana, Ecuador, Panamá, Honduras, El Salvador, Guatemala, Costa Rica, Paraguay e Messico, nello stesso luogo dove vennero addestrati migliaia di repressori, torturatori, assassini che operarono in America latina negli anni ’70 e ’80 (si stimano 60.000 militari formati,).
La stessa richiesta è stata presentata all’inizio del 2011 al presidente Barack Obama da 69 congressisti, mentre il democratico Jim McGovern ha presentato un progetto di legge per sospendere le sue operazioni e aprire un’inchiesta sugli abusi dei diritti umani in latinoamerica.


Tra i manifestanti era presente l’attore Martin Sheen, che ha dichiarato: "la non violenza è l’unica arma per combattere".
Il Pentagono, da parte sua, continua a dichiarare che la WHISC promuove programmi per la democrazia e il rispetto dei diritti umani. La storia in realtà ci racconta che passarono per quelle aule repressori come Elías Wessin y Wessin, principale responsabile del colpo di stato contro il presidente democratico della repubblica Dominicana Juan Bosch nel 1963; il generale Hugo Banzer, dittatore dal 1971 al 1978 in Bolivia e accusato di essere il mandante dell’omicidio del presidente in carica Juan José Torres; Roberto D'Aubuisson, responsabile intellettuale dell’assasionio dell’arcivescovo salvadoregno Oscar Arnulfo Romero e leader di uno squadrone della morte; Roberto Eduardo Viola, promotore del golpe argentino del 1976 da cui scaturirono 30.000 desaparecidos o l’altro dittatore dittatore Leopoldo Galtieri; il militare panamense Rafaél Noriega. Per citarne solo i più famosi.
I manifestanti hanno dichiarato che continueranno le proteste per senso di giustizia fino al giorno in cui questo luogo simbolo di tante vergogne verrà chiuso.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]