Venerdì, 03 Dicembre 2010 12:30

Wikileaks oscurato cambia indirizzo web e si rifugia in un bunker anti nucleare

Scritto da

ROMA - La caccia a Julian Assange continua assieme ai tentativi di mettere il bavaglio per fermare le notizie top-secret divulgate dal sito di Wikileaks.

Anzi, si potrebbe dire che l'intenzione è quella di cancellare definitivamente questo scomodo portale dalla rete. Da questa mattina, infatti, il provider che forniva il servizio hosting, EveryDNS.net, ha annunciato di aver interrotto la fornitura alle 22 di ieri sera. Motivo? "Wikileaks.org è diventato l'obiettivo di numerosi e diffusi attacchi di rifiuto di servizio (DDOS) - riporta EveryDNS.net. - E questi attacchi hanno minacciato (e quelli futuri potrebbero minacciare) la stabilità dell'infrastruttura  che premette l'accesso a quasi 500.000 altri siti web". Insomma la causa sarebbe riconducibile a motivi prettamente tecnici a tutela della sicurezza del server, tuttavia è indubbio che gli americani possano aver fatto pressione per non dare ospitalità al sito dell'uomo ricervcato in 188 paesi nel mondo.
Intanto Wikileaks ha già aperto un altro canale e ora si può accedere direttamente a questo indirizzo http://213.251.145.96/ .

Adesso, secondo indiscrezioni,  l'organizzazione fondata da Julian Assange avrebbe trovato una dimora sicura, all'interno di un bunker  scavato dentro una montagna in Svezia appositamente  
per la guerra nucleare. Secondo la rivista tecnologica dell'università di Boston, la MIT, i tentativi di bloccare Wikileaks "hanno obbligato i fedeli di Assange a spostare il sito in un centro dati fortificato da guerra fredda, un bunker anti nucleare chiuso nella roccia. Il centro dati ospiterà il materiale di WikiLeaks a 30 metri sotto terra, nel centro di Stoccolma. Il server ha un'unica entrata e porte di acciaio spesse mezzo metro, oltre a generatori di backup presi da sottomarini tedeschi" scrive la rivista.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

“Ti ho visto negli occhi”. Il rapimento di Anna Bulgari e Giorgio Calissoni …

“Ti ho visto negli occhi”. Il rapimento di Anna Bulgari e Giorgio Calissoni in un docu-crime di denuncia

Un racconto dettagliato di eccezionale impatto emotivo  rivissuto  dai suoi protagonisti  

Elisabetta Castiglioni - avatar Elisabetta Castiglioni

Cinghiali in città. Intervista allo zoologo Luca Giardini

Cinghiali in città. Intervista allo zoologo Luca Giardini

ROMA – I recenti dibattiti apparsi sui media e social-media per la soppressione di alcuni cinghiali avvenuta quasi nel cuore di Roma, hanno riacceso l’attenzione sulla coesistenza tra uomo e...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]