Armando Michel Patacchiola

Armando Michel Patacchiola

KIEV – Il Parlamento ucraino ha abrogato le contestatissime leggi liberticide che limitavano fortemente la libertà di manifestazione, di scambio di idee sia tramite sit-in che tramite la diffusione di informazione tramite internet. Il voto, avvenuto stamane dopo un minuto di silenzio per ricordare le vittime durante gli scontri tra agenti e manifestanti durante gli ultimi giorni. Solo due i voti contrari, e ben 361 voti a favore, votati con procedura elettronica e non per alzata di mano come nella durante la seduta della Rada Suprema, il Parlamento ucraino, lo scorso 16 gennaio. Ora tali norme dovranno essere riscritte assieme ai membri dell'opposizione. Le intenzioni sono quelle di ispirarsi ai principi che regolano e ispirano l'Unione Europea.

KIEV – I manifestanti che da ieri sera avevano occupato il ministero della Giustizia a Kiev si sono ritirati. Da quanto si apprende dalla stampa internazionale sembra che abbia fatto breccia minaccia da parte della titolare del dicastero Olena Lukash invocare lo stato di emergenza nazionale e, quindi, di dar via alla repressione con metodi molto più violenti di quelli certo non amicali che hanno già attuato durante gli ultimi giorni nelle violente manifestazioni.

KIEV – Tregua tesa a Kiev. Dopo tre ore di colloqui con il Presidente della Repubblica Viktor Yanukovich in quello che è stato il secondo incontro con le opposizioni, i principali partiti di opposizione si sono detti delusi e pronti a proseguire nelle manifestazioni.

KIEV – E' ancora guerriglia in Ucraina. Tre persone hanno perso la vita durante lo sgombero dei manifestanti europeisti a Kiev. Le operazioni sono iniziate stamane alle 6 del mattino, nei pressi di via Hruševs’kyj, una via centralissima non lontana da piazza dell'indipendenza (o Maidan) e dai palazzi del potere ucraini.

KIEV – Come richiesto dai partiti di opposizione filo-europeisti a seguito dell'emanazione delle leggi liberticide in tema di manifestazioni pubbliche, il popolo ucraino è sceso di nuovo in piazza. Circa 150 mila hanno affollato piazza Maidan, il simbolo delle protesto pro Europa. Ma secondo alcune fonti i manifestanti potrebbero essere di più: circa 200 mila. Quella andata in scena nella giornata di ieri è stata la più grande manifestazione del 2014, almeno per numero di partecipanti.

KIEV – Non possono più piazzare le tende o stand nei luoghi pubblici se non sono stati previamente autorizzati. A meno che non si voglia incorrere nel rischio di vedersi puniti con 15 giorni di carcere. Pene che arrivano a 5 anni se si tenta di bloccare gli edifici governativi: non proprio una norma buttata a caso, se si considerano le cronache di questi giorni. E' polemica in Ucraina per la legge anti-protesta varata dal Parlamento nella seduta di riapertura delle attività dopo la pausa delle festività di giovedì 16 gennaio. Nella serie di leggi non è differenziata nemmeno la natura delle manifestazioni: pacifiche o animate da violenza.

WASHINGTON - «I giovani americani stanno iniziando a realizzare che gli stage gratuiti non sono utili e stanno iniziando a vederli con scetticismo». E' il pensiero lasciato alla “BBC” di Lucy Bickerton, una giovane americana di belle speranze. Lucy a lungo è stata impegnata negli studi di medicina poi però ha deciso di mettere da parte tutto e di dedicare la sua vita però a quello che è sua smisurata passione: il settore cinematografico. Ma la storia di Lucy non è solo questo: è una storia di lotta.

BANGKOCK – Una marea di persone in protesta pacifica contro le norme ad personam destinate a far rientrare in patria l'ex premier populista che si è dato all'esilio per sfuggire alla condanna in contumacia di due anni per appropriazione indebita stabilita nel 2008. Sono gli avvenimenti che stanno agitando Bangkok, capitale della Thailandia.

PARIGI - Il Presidente della Repubblica francese François Hollande, il capo del governo Jean-Marc Ayrault sempre più giù nelle preferenze dei francesi. Al contrario di quanto sta avvenendo al loro compagno di partito, Manuel Valls. L'attuale ministro degli interni sale ancora nelle preferenze del popolo francese, guadagnando quattro punti percentuali in più rispetto alle rilevazioni del mese scorso. E' quanto dipingono le rilevazioni di “YouGov” condotto per “l'Huffington Post” francese e “Itélé”.

PARIGI – Gli artigiani e i proprietari di piccole attività francesi pronti a metter su una nuova protesta per manifestare le proprie inquietudini dell'“asfissia fiscale” del Fisco. E' quanto riporta il quotidiano filo-conservatore “Le Figaro” nell'edizione odierna.

Pagina 1 di 11

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]