Mercoledì, 18 Marzo 2015 16:38

Israele. Netanyahu vince per la quarta volta. VIDEO

Scritto da

TEL AVIV - Ha travolto i sondaggi che lo davano in difficoltà, e per la quarta volta diverrà primo ministro di Israele. Benyamin Netanyahu, leader del Likud, si è aggiudicato 30 dei 120 seggi della Knesset, e per questo cercherà alleati per una maggioranza e un governo.

Una intesa con nazionalisti e con la destra estrema non pare difficile da raggiungere. “I cittadini di Israele si aspettano la rapida formazione di una leadership responsabile che lavori per loro. Ed è quello che faremo”. L’affermazione di Netanyahu ha di fatto oscurato tanto il successo della lista unitaria degli arabo-israeliani, che ha preso 14 seggi, che il risultato del centrosinistra di Isaac Herzog, fermo a 25. “Ho parlato con il primo ministro Netanyahu e mi sono congratulato con lui. Voglio dire chiaramente agli israeliani che siamo di fronte alle stesse sfide e agli stessi problemi, niente è cambiato. Tzipi Livni ed io continueremo a guidare l’Unione sionista con determinazione, per offrire una alternativa in ogni campo”. Netta la reazione palestinese. Saeb Erekat, capo negoziatore dell’Anp ha annunciato che verrà accelerata la denuncia per crimini di guerra contro Netanyahu, già presentata alla Corte penale internazionale dell’Aja. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077