Sabato, 31 Dicembre 2016 11:23

Iraq: doppio attentato suicida nel centro di Baghdad, almeno 21 morti

Scritto da

BAGHDAD - La capitale irachena di Baghdad e' stata scossa questa mattina da due attentati suicidi che hanno causato la morte di almeno 21 persone e il ferimento di altre 48.

Fonti della sicurezza locale hanno riferito ad "Agenzia Nova" che un primo attentatore si e' fatto saltare in aria in un mercato per la vendita di pezzi di ricambio per autovetture situato in via Sanak, nel centro di Baghdad, una zona mista sciita-sunnita. Il secondo terrorista ha azionato la sua cintura esplosiva quando sono arrivati i soccorsi, uccidendo medici e agenti di polizia accorsi sul posto. 

L'area della capitale irachena e' quotidianamente colpita da attentati e atti di violenza. Nel mese di novembre 2.885 iracheni sono morti nel paese a causa di atti di terrorismo e conflitti armati. Lo rivela il rapporto mensile della missione di assistenza dell'Onu in Iraq (Unami), secondo cui i feriti sono 1.380. Si tratta del bilancio piu' sanguinoso dall'agosto del 2014. Dall'inizio dell'anno il numero totale dei morti ha raggiunto le 12.038 unita'. Il numero delle vittime di novembre e' nettamente superiore a quello del mese di ottobre, quando sono stati registrati 1.792 cittadini iracheni morti e 1.358 feriti. In particolare, nel mese di novembre, 926 sono i morti civili (tra cui 7 membri della polizia federale ed altro personale della sicurezza), mentre i civili feriti sono 930 (tra cui 18 componenti della polizia federale ed altro personale della sicurezza). 

Il numero delle vittime tra il personale militare e' di 1.959 unita', esclusi quelli impegnati nelle operazioni nella provincia di al Anbar, mentre i militari feriti sono stati 450. Il numero dei militari morti nel mese di novembre e' triplicato rispetto al mese di ottobre, quando erano stati 672, in concomitanza con il lancio dell'operazione per la liberazione di Mosul, che ha preso il via lo scorso 17 ottobre. Il governatorato di Baghdad e' quello che ha registrato il maggior numero di morti e feriti, rispettivamente 152 e 581. Nel governatorato di Ninive i morti sono stati 332, mentre i feriti 114. La provincia di Salah el Din ha registrato 60 morti e 88 feriti, seguita da Babil con 56 morti e 23 feriti, e dalla provincia di Kirkuk dove ci sono stati 18 morti e 17 feriti. Nella provincia di al Anbar sarebbero morte 292 persone e 98 sono rimaste ferite, sulla base dei dati del direttorato della salute iracheno aggiornati al 27 novembre scorso. 

Correlati

Cerca nel sito

Opinioni

Se il terrorismo si accanisce contro i giovani

La povera Valeria Solesin nella mattanza del Bataclan a Parigi, Fabrizia Di Lorenzo a Berlino e adesso i ragazzi accorsi a Manchester per seguire il concerto di Ariana Grande: non...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Divorzio e separazione: ecco cosa cambia

La recente sentenza della prima sezione civile della Cassazione (n. 11505/17) conferma le decisioni dei due gradi di giudizio precedente ed esclude il diritto della ex-coniuge all’attribuzione dell’assegno divorzile in...

Andrea R. Catizone - avatar Andrea R. Catizone

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208