ROMA - Ha il permesso di soggiorno da minore scaduto. Ha due mesi per rinnovarlo. E' un venditore di girandole, carica la molla, si piega sulle ginocchia, poi accompagna il giocattolo verso l'alto, rialzandosi e facendo un saltello. Abbassa lo sguardo, allunga la mano, recupera la sua girandola e poi sorride al pubblico affascinato.

Published in Diario dalla terra

Secondo fonti del Governo Siriano, ci sarebbero stati due attentati a Damasco nella mattinata di oggi. Le esplosioni sarebbero state provocate da due autobombe una davanti al quartier generale dei servizi di intelligence dell'aeronautica militare siriana e l'altra all’ufficio della polizia criminale della capitale. Per l’emittente televisiva americana Cnn ci sarebbe stato anche una terza bomba su un’autobus.

La televisione di stato parla di decine di vittime negli atti terroristici, senza però indicare il numero esatto. I due attentati gemelli sono stati portati a termini da due attentatori che si sono fatti esplodere in due veicoli imbottiti di esplosivo. Gli attentati sono avvenuti l’uno nel quartiere di al-Qasaa lungo Boulevard Baghdad e l’altro nella zona di Duwar al-Jamalek .

Il timore della comunità internazionale, degli Stati Uniti per primi, è che Al-Qaeda, possa inserirsi nella guerra civile ormai in atto nel paese. Ayman al-Zawahiri, leader della nota organizzazione terroristica, aveva gia espresso a febbraio il suo sostegno alla rivolta siriana in un messaggio pubblico.

Allo stesso modo, un noto teologo e telepredicatore egiziano Safwat Hijazi qualche giorno fa, in occasione di una conferenza organizzata al Cairo, aveva emesso una fatwa contro Assad:“Chi ha la possibilità di uccidere il presidente siriano Bashar al-Assad e non lo fa è un peccatore. Chi uccide Bashar, entra in paradiso”.

La situazione siriana peggiora ogni giorno ed è in continuo aumento il flusso dei profughi verso la Turchia. Secondo le stime delle Nazioni Unite sarebbero 25 mila le persone fuggite dalle violenze del regime di Assad dall'inizio delle proteste.

Published in Mondo

ROMA - Lo staff dell'Ambasciata italiana a Damasco è stato rimpatriato. E' quanto è stato diffuso in una nota  dalla Farnesina.

Published in Mondo

DAMASCO - Scia di sangue oggi in Siria. Un video amatoriale su internet ha diffuso le immagini di corpi mutilati e senza vita di decine di donne e bambini.

Published in Mondo

DAMASCO  - Dopo 26 giorni di bombardamenti l'esercito siriano riprende il controllo del quartiere di Baba Arms, nella città di Homs.

Published in Mondo

DAMASCO - L'esercito siriano ha ripreso il controllo totale del quartiere Baba Arm nella città di Homs, città roccaforte dei ribelli, causando decine di morti e feriti. Secondo una fonte interna dei servizi di sicurezza di Damasco sarebbero infatti “cadute le ultime sacche di resistenza”. Ma se l'esercito parla di conquista i ribelli parlano invece di ritirata strategica.

Published in Mondo

Sono settimane ormai che Homs, in Siria, stenta sotto l’incessante bombardamento dell’aviazione di stato, il regime di Assad in questo modo cerca di sopprimere la rivolta, che iniziata come movimento della Primavera Araba, nel Marzo dello scorso anno, è ormai di fatto guerra civile. I bombardamenti iniziarono circa un mese fa, su la cittadina a 160 km a nord di Damasco, all’indomani del veto di Russia e Cina al Consiglio di Sicurezza dell’ONU sulla risoluzione proposta dalla Lega Araba di sostituire il Presidente Siriano.

Published in Mondo

HOMS -  Piovono bombe, come mai, sui  quartieri di Baba Amr,  Inshaat,  Khaldiyeh e Bayyada di Homs, ribattezzata la "capitale della rivoluzione": 14 manifestanti  questa mattina sarebbero rimasti uccisi.

Published in Mondo

DAMASCO  - Uno degli inviati più prestigiosi del New York Times, Anthony Shalid, è morto in Siria per un attacco d'asma, probabilmente provocato dai cavalli utilizzati dalle guide che lo accompagnavano nel suo reportage.

Published in Società
Mercoledì, 15 Febbraio 2012 16:58

Siria. Referendum il 26 febbraio. LE FOTO

DAMASCO- Lotta  mediatica tra  il mondo sunnita e l’Occidente contro Bashar al-Assad e il regime,  che torna a denunciare infiltrazioni di quadisti. Ma continua anche l’altra battaglia, senza morti e feriti, ma forse più decisiva, tra le diplomazie.

Published in Mondo
Pagina 1 di 5

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]