ROMA - Attualmente in mano ai pirati somali ci sono 2 navi italiane, la petroliera ‘Savina Caylyn’ e la motonave ‘Rosalia D’Amato’. Navi che sono di proprietà della compagnia di navigazione F.lli D'Amato di Napoli (che fanno capo allo stesso gruppo armatoriale). Insieme alle due imbarcazioni, i predoni del mare, hanno catturato anche, rispettivamente 22 membri dell'equipaggio, 17 indiani e 5 italiani, tre campani, un triestino e uno di Gaeta e 21 membri dell’equipaggio, 15 filippini e 6 italiani, due siciliani e quattro campani.

Published in Mondo

ROMA - Dalle Filippine giunge il lamento disperato, ma composto dei parenti e amici dei 15 marittimi filippini ostaggi dei pirati somali a bordo della ‘MV Rosolia D'amato’. Si tratta dei fratelli dei marittimi, Raymundo Lequin jr e Edgar Erbert, un amico del fratello di quest’ultimo e la moglie di un altro dei marittimi filippini ostaggi a bordo della nave italiana.

Published in Mondo

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Colta al volo nella fila davanti alla posta: “Mio marito non vuole andare al compleanno dei nipotini perché – dice- per soffiare sulle candeline i bambini senza mascherina spargono il...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale per la nostra sicure…

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale  per la nostra sicurezza

Nell’era pandemica che stiamo vivendo i laboratori scientifici (laboratori di prova e medici in particolare), si sono rivelati un riferimento fondamentale per mettere in campo nuove soluzioni per individuare, diagnosticare...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]