Lunedì, 26 Gennaio 2015 16:17

Siria. I Curdi si riprendono Kobane

ROMA - I guerriglieri Curdi in Siria, dopo 4 mesi di combattimenti,  sono riusciti a liberare quasi del tutto la città di Kobane in Siria dall’ISIS. La notizia viene diffusa dall’ONG siriana, infatti ci sarebbero ancora scontri con gli Jihadisti nelle zone di Kani Erban e Maqtalah. 

Published in Mondo

DAMASCO - La lunga battaglia per conquistare la città siriana di Kobane sta logorando i jihadisti dello Stato islamico che, però, «non accetteranno mai di perdere». È quanto hanno riferito alcuni esponenti curdi e fonti Usa, secondo cui l'assedio in atto da metà settembre a Kobane ha messo a dura prova le linee di rifornimento dei jihadisti, ha causato forti perdite tra i combattenti con maggiore esperienza e ha rimesso in discussione l'intera strategia espansionistica dell'Isis.

Published in Mondo
Lunedì, 13 Ottobre 2014 08:01

A Kobane l’inferno dei nostri errori

ROMA - Si parla di Kobane e dell’inferno che vi sta accadendo, e potrebbe accadervi in proporzioni ancora più drammatiche nei prossimi giorni, come di una nuova Srebrenica: il genocidio compiuto dal colonnello generale Ratko Mladić di cui fra meno di un anno ricorrerà il ventesimo anniversario e del quale non abbiamo ancora finito di vergognarci.

Published in Il punto

Tra Turchia e Siria il dramma delle famiglie divise dalla guerra. Celal ha lasciato Kobane una settimana fa ed è in territorio turco, ma quando Ankara ha chiuso il confine la sua famiglia è rimasta bloccata dall’altro lato, a poche centinaia di metri, in una terra di nessuno, minata, assieme a migliaia di sfollati, senza acqua né cibo. “E’ ingiusto, sto cercando di portare del pane ai miei figli. Si trovano qui vicino. Ma ci viene proibito di oltrepassare il confine”. Più di 200mila persone hanno lasciato Kobane per rifugiarsi in Turchia, dall’inizio dei combattimenti. 

Published in Mondo

I jihadisti controllano ormai il 40% di Kobane, la città siriana al confine con la Turchia. Avrebbero conquistato anche la zona che ospitava il quartier generale delle forze curde, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Ma, oltre a combattere, i jihadisti hanno iniziato anche a filmare la loro avanzata. Queste immagini sono state riprese dalla loro parte del fronte. 

Published in Mondo

I raid aerei della coalizione internazionale hanno costretto al ritiro i miliziani dell’autoproclamato Stato Islamico che, lunedì, erano entrati a Kobane, in Siria, al confine con la Turchia. Lo ha riferito l’Osservatorio Nazionale per i Diritti Umani (Ondus). Secondo l’ong gli jihadisti hanno dovuto cedere le loro posizioni a ovest della città curda. Sul fronte iracheno Theo ten Haaf, vicedirettore delle operazioni della Royal Air Force olandese in Iraq, ha confermato i primi bombardamenti degli F16 dei Paesi Bassi. 

Published in Mondo

La bandiera nera che sventola ad appena un chilometro dal confine turco spaventa Ankara e il mondo. Issato sulla collina che sovrasta la città siriana a maggioranza curda di Kobane, il vessillo dell’ISIL parla di un’avanzata che gli regalerebbe il controllo una strategica porzione di confine con la Turchia. I jihadisti sono penetrati nei quartieri orientali e il controllo della città si gioca ormai strada per strada. Politici locali riferiscono di un assalto all’artiglieria pesante e mettono in guardia dal rischio di un massacro. 

Published in Mondo

I fondamentalisti islamici e le forze curde si stanno scontrando in modo pesante a Kobane. La città curda siriana sul confine con la Turchia è oggetto di una violenta offensiva ormai da metà settembre e i raid aerei sembrano non bastare a contenerla. L’inviato speciale della presidenza statunitense John Allen ha spiegato che gli sforzi della coalizione guidata da Washington saranno anche finanziari, e non solo militari e ha detto: “Sconfiggere i fondamentalisti sul terreno richiederà una controffensiva nella quale contribuiremo ad addestrare le forze impegnate in tale controffensiva, aiuteremo con l’utilizzo delle forze aeree”.

Published in Mondo

Nuovi processi per centinaia di ex guardie

Published in Diritti Umani

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]