PRIMO PIANO

A Roma, invasa dai turisti e oppressa da un caldo africano, le fontane soprattutto le più storiche e artistiche sono prese d’assalto da centinaia di persone che cercano refrigerio mettendo a mollo nell’acqua fresca non solo i piedi. “E’ uno sconcio, una mancanza di rispetto per la Città Eterna”, hanno tuonato i giornali. E la sindaca grillina Virginia Raggi ha replicato: “Ho dato precise disposizioni. C’è una delibera comunale che vieta di fare il bagno nelle fontane”.

TORINO - Qualche volta succede in sperduti paesini siciliani del triangolo della mafia, o nei vicoli dei quartieri spagnoli di Napoli: gli abitanti si rivoltano contro le forze dell’ordine impegnate nella cattura di un mafioso o di un camorrista. In quei casi polizia e carabinieri se la devono vedere con uomini e donne del popolo che parteggiano per il catturando, senza badare alla sua colpevolezza, e si scagliano contro i tutori dell’ordine che stanno facendo rispettare la legge.

 Ha vinto ampiamente, il che era previsto da tutti gli istituti demoscopici, e non dovrà pertanto sottoporsi a nessuna fastidiosa, quanto in questo caso pressoché improponibile, coabitazione con eventuali alleati. Ha modificato radicalmente il panorama politico francese e fra cinque anni sapremo se sarà stato un bene o un male.

Valeria Solesin, 28 anni, di Venezia, in Francia da quattro anni, dove stava completando un master alla Sorbonne, è fra le 83 vittime del Bataclan, la discoteca di Parigi presa d’assalto, nel novembre 2015, a colpi di mitra dai terroristi islamici. Il suo corpo senza vita è stato fra gli ultimi a essere trovato, così che per i genitori lo strazio si è protratto fino all’ultimo.

ROMA - Uno dei casi più noti di sfruttamento del lavoro minorile è quello legato all’estrazione del coltan, un materiale da cui si estrae il cobalto, essenziale per produrre le batterie di molti oggetti moderni, dagli smartphone, computer portatili e automobili: l’industria delle batterie ne utilizza circa il 42 per cento della produzione mondiale, il resto viene utilizzato per applicazioni industriali e militari.

Una fortunata rubrica della storica Settimana Enigmistica s’intitolava “Le ultime parole famose” e induceva al sorriso ironizzando sull’imbarazzo che alcune cose dette in un momento suscitavano in un secondo tempo in chi le aveva dette.  Come dire: ”Voce dal sen fuggito poi richiamar non vale”, come avvertì per primo Orazio poi ripreso dal Metastasio.

ROMA - Totò Riina è sottoposto a tutte le cure di cui necessita anche nel regime carcerario del 41-bis, conduce una vita dignitosa e tale sarebbe, a queste condizione, anche l'eventuale morte. Dunque non vi è alcun bisogno di scarcerazione.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208