Domenica, 27 Dicembre 2015 16:33

Smog. Nel 2015 si potevano salvare 11mila vite

Scritto da

ROMA - Nel 2015 si sarebbero potute salvare 11mila vite umane se i limiti di legge sulle Pm10 e Pm2.5 fossero stati rispettati e di 14 mila per NO2  (diossido di azoto ): 25 mila cittadini italiani oggi sarebbero in vita se la legge fosse stata rispettata: questi per noi sono omicidi di Stato.

Questi sono i dati del dipartimento epidemiologia inseriti nel progetto Viias, valutazione integrata dell’impatto dell’inquinamento sull’ambiente e sulla salute. Sempre secondo questo studio la vita degli italiani si accorcia ogni anno di 10 mesi. A Roma e Milano ogni anno si sarebbero potute salvare, rispettivamente, 1200  e 900 persone.

In Italia su un tema cosi' drammatico che dovrebbe vedere tutta la politica unita assistiamo ad una penosa polemica  tra cazzate varie, come quella di Salvini che dice che il blocco del traffico è una cazzata e il ministro dell’Ambiente Galletti che consiglia di non parcheggiare in doppia fila nel suo surreale decalogo antismog. Chiediamo ancora una volta che vengano convocate con urgenza il Senato e la Camera dei Deputati e che il governo si presenti con provvedimenti su trasporto pubblico, efficienza energetica, elettrificazione auto. Ricordo ancora l’art. 40 del Codice penale: non impedire un evento, che si ha l'obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo.

Angelo Bonelli

Presidente della Federazione dei Verdi

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cultura

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]zebaonews.it