Mercoledì, 13 Aprile 2016 18:15

Trivelle. L'imbarazzante invito a non votare

Scritto da

ROMA - A rigor di logica e soprattutto di rispetto della Costituzione e degli strumenti popolari, come il referendum, un premier non dovrebbe mai invitare i cittadini a non votare.

Semmai dovrebbe dire il contrario, perchè ogni cittadino ha il dovere sacrosanto di esprimere il proprio parere, specie se si tratta di una questione così importante e delicata come quella ambientale. Invece Renzi lo ha fatto e per di più con la sua solita spavalderia. Poi deve aver dato precisa indicazione anche ai suoi fidati collaboratori, che di sicuro non possono permettersi di andare contro il capo indiscusso del Partito Democratico o ancora peggio perdere lo scranno di Palazzo Chigi con tutti i privilegi che ne conseguono. 

Non a caso oggi anche il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha risposto ai cronisti che non andrà a votare. "E' una scelta politica", ha affermato.  Il ministro Maria Elena Boschi, invece, si è invece limitata a: "Seguo le indicazioni del mio partito", tanto per evitare di andare per le lunghe. "Non andrò a votare", dice anche il ministro per la semplificazione, Marianna Madia, ai cronisti che le chiedevano, a margine di un evento pubblico a Treviso, se domenica si recherà alle urne per il referendum anti-trivelle.

Anche il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, lasciando l'Aula di Montecitorio, ha risposto ai cronisti che voterà no al referendum sulle trivelle. Non è da meno il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, che oltre ad annunciare il suo netto no, difende e giustifica l'astensione di Renzi. Forse Galletti non sa che il suo ruolo riguarda anche la tutela del mare.

ha ragione da vendere il premier Nobel Dario Fo, preoccupato per l'esito del referendum, perchè "l'operazione della finta sinistra è stata davvero indegna".  "Siamo arrivati all'assurdo del paradosso incivile che il capo del governo - ha aggiunto - dice di non andare a votare e di andare al mare. Questo significa massacrare con l'insulto e la pernacchia". 

Alessandro Ambrosin

direttore responsabile

www.dazebaonews.it

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Cultura

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]