Un team di ricerca italiano del quale fa parte anche l'Istituto per l'ambiente marino costiero del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iamc) di Messina, oltre alle Universita' dell'Insubria, di Perugia, di Bolzano, di Trieste, di Venezia e della Tuscia, ha studiato in Antartide le brine, liquidi molto salati, in cui prosperano microorganismi che si sono adattati a vivere in crio-ecosistemi (sistemi estremi caratterizzati da basse temperature).

Published in Scienza & tecnologia

Per la prima volta una ricerca della Sissa e del Cnr fa luce con simulazioni atomistiche sul funzionamento di un complesso sistema cellulare, composto da proteine e Rna, i cui difetti sono coinvolti in più di 200 malattie. Un passo fondamentale per lo sviluppo di possibili farmaci. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Pnas 

Published in Scienza & tecnologia

Siglate in questi giorni a Mosca due partnership tra il Consiglio nazionale delle ricerche, l’Accademia delle scienze russa e la Fondazione russa per la ricerca di base. Obiettivo della collaborazione, rafforzare le relazioni tra gli enti per favorire lo scambio di idee e competenze scientifiche e tecnologiche tra i due Paesi 

Published in Scienza & tecnologia

Si chiama EXCornsEED ed è coordinato dalla Univesità La Sapienza di Roma. È il nuovo progetto che include 13 partner provenienti da 8 paesi europei (Italia, Slovacchia, Romania, Spagna, Belgio, Svizzera, Germania e Paesi Bassi), appena finanziato con oltre 4,2 milioni di euro dalla BBI (Bio-Based Industries Joint Undertaking), il partenariato pubblico-privato, con protagonisti la Commissione europea e le principali industrie europee legate alla bioeconomia.

Published in Scienza & tecnologia

Oggi e domani, a Roma, al Cnr, Enea ed Accademia Nazionale delle Scienze (detta dei Quaranta) organizzano, sotto l'alto patrocinio della Presidenza della Repubblica, la prima edizione della conferenza internazionale "Wheats & Women" per presentare le ultime novità scientifiche e tecnologiche sulla produttività del grano in risposta al cambiamento climatico, mantenendo standard elevati in termini di qualità nutrizionale, sicurezza alimentare e sostenibilità.

Published in Scienza & tecnologia

Un innovativo approccio di Ricerca sviluppato all'Istituto Italiano di Tecnologia di Rovereto e dall'Università di Pisa potrà aiutare a capire come alterazioni genetiche compromettono la regolare funzione del cervello, aprendo nuove frontiere nella comprensione delle cause dei disturbi dello spettro autistico. Lo studio, pubblicato sulla rivista Brain, è stato condotto dal team di ricercatori guidato da Alessandro Gozzi dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Rovereto e dal professore Massimo Pasqualetti del Dipartimento di Biologia dell'Università di Pisa in collaborazione con cinque altri gruppi di Ricerca distribuiti sul territorio nazionale. La Ricerca, interamente italiana, è stata finanziata dalla fondazione statunitense Simons Foundation for Autism Research Initiative (www.sfari.org), un ente che seleziona e premia le ricerche più innovative nel campo dell'autismo a livello mondiale. ''Sebbene sia noto che l'autismo sia altamente ereditario, - spiega Alessandro Gozzi, coordinatore del team di Ricerca e ricercatore all'IIT - il ruolo che i geni hanno nel determinare questa sindrome non è ancora chiaro. Questo studio rappresenta un'importante dimostrazione di come specifiche alterazioni del Dna possano compromettere le connessioni cerebrali e la regolare funzione del cervello, causando una delle forme più diffuse di autismo.'' 

Utilizzando la risonanza magnetica funzionale, una tecnica di neuroimmagine totalmente non invasiva che permette di ricostruire digitalmente il cervello dei pazienti in tre dimensioni, i ricercatori IIT hanno analizzato le scansioni cerebrali di 30 bambini affetti da disturbi dello spettro autistico, tutti portatori della stessa mutazione genetica conosciuta con il termine scientifico di ''delezione 16p11.2''.

Published in Scienza & tecnologia

Più di 700 incontri tra aziende, centri di ricerca e università per creare partnership internazionali, accordi di ricerca e tecnologici, con oltre 197 soggetti provenienti da 22 Paesi in tutto il mondo. Sono i numeri della 13^ edizione di R2B, Research to Business, il salone della ricerca industriale e delle competenze per l'innovazione organizzato dalla Regione Emilia-Romagna e da Aster, in collaborazione con Smau e Bologna Fiere.

Published in Economia
Lunedì, 04 Giugno 2018 14:22

Alla ricerca dei tornado italiani

Nell’ultima decade registrati in media circa 100 eventi l’anno, considerando sia le trombe d’aria che le trombe marine. Queste ultime si sviluppano principalmente in estate e autunno lungo la costa tirrenica, mentre per quelle terrestri si rilevano picchi sui litorali di Lazio e Toscana, nella pianura veneta e nel Salento. Il 2014 l’anno più ‘vorticoso’. Lo studio coordinato dal Cnr-Isac è pubblicato sull'International Journal of Climatology   

Published in Scienza & tecnologia

Una riduzione del rischio di mortalita' a 18 mesi del 38%. Una diminuzione delle complicanze superiore al 50% e dunque delle ospedalizzazioni.

Published in Scienza & tecnologia

Accordo da 20 milioni di euro per l’istituzione di quattro centri di ricerca nel Sud Italia   

Published in Economia
Pagina 1 di 12

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Cultura

Coaching Cafè

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Cinema: “Interstellar”, l’amore oltre il tempo e lo spazio

Il film di Christopher Nolan è uno dei classici della fantascienza per l’accuratezza degli effetti speciali, la descrizione di tematiche complesse sui buchi neri e per l’aspetto emotivo della storia

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077