Mercoledì, 19 Febbraio 2014 18:20

AMA, bene le prime mosse dei vertici, ora accertare le storture

Scritto da

Bene le prime mosse dei nuovi vertici AMA: ora, commissione interna per accertare la responsabilità delle storture. Le rassicurazioni ricevute dal nuovo Presidente dell’Ama, Daniele Fortini, sulla volontà di fare dell’Ama una “casa di vetro” e di rilanciare l’Azienda, sono state confermate durante l’incontro di ieri fra l’Assessore Estella Marino, lo stesso Fortini e le organizzazioni sindacali. ll confronto è risultato positivo per gli impegni assunti dall’Amministrazione per la continuità della gestione pubblica del settore e per la conferma del ruolo dell’Ama, che potrà ricercare sinergie per la realizzazione di nuovi progetti di attività.

Per il miglioramento della situazione finanziaria molto difficile, è stato annunciato un progetto di rilancio dell’Azienda che punti alla chiusura del ciclo dei rifiuti, a cui giungere con una nuova strategia industriale e con l’aumento della produttività  aziendale. A parere della Funzione Pubblica Cgil il risanamento dell’Azienda e gli auspicati risultati gestionali e operativi devono essere conseguiti attraverso un nuovo Piano di sviluppo e un netto miglioramento della qualità degli interventi, escludendo il ricorso ad aumenti della Tariffa rifiuti.

Sul versante della gestione interna, la Funzione Pubblica Cgil ritiene indispensabile operare una netta discontinuità con la precedente gestione degli assetti e degli incarichi. Approvando l’operazione avviata per la trasparenza delle retribuzioni e dei requisiti professionali, la FP Cgil chiede l’adozione di provvedimenti urgenti per la rimozione delle situazioni anomale e illegittime e della prassi diffusa di favoritismi e di ricatti e la costituzione di una commissione dell’Azienda, che individui le responsabilità delle storture.

Su questi aspetti deteriori della passata gestione e sulle assunzioni poco trasparenti, avvenute anche recentemente, la Funzione Pubblica Cgil, in assenza di risposte, continuerà l’azione svolta di contrasto e di denuncia, anche attivando le vie legali: i fatti accaduti in Ama, per la loro gravità, non possono in alcun modo essere sottovalutati né condonati.La Funzione Pubblica Cgil chiede, inoltre, all’Amministrazione di fare in fretta per un nuovo contratto di servizio e di intensificare il confronto sulle azioni da avviare, per lo sviluppo e il risanamento dell’Ama.

 

 

Natale Di Cola

Segretario Generale Cgil F.P. Roma e Lazio

www.dazebaonews.it

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]s.it