Lunedì, 03 Marzo 2014 18:59

Cinecittà. Deluxe Italia licenzia tre lavoratori e ne “restituisce” 40 al laboratorio sviluppo

Scritto da

Slc Cgil : Reintegro dei lavoratori e confronto per soluzioni alternative ai licenziamenti

La scorsa settimana, la Deluxe Italia, multinazionale che opera nel settore cinematografico, ha licenziato tre lavoratori per motivi economici e avviato la procedura ex art. 47 legge 428/90 per la restituzione del ramo di azienda denominato "laboratorio sviluppo e stampa" costituito da 40 lavoratori a Cinecittà Digital Factory". Così, in una nota, la segreteria regionale della Slc Cgil di Roma e del Lazio. "E' una notizia - continua la nota - che abbiamo appreso mentre era in corso presso il ministero dei Beni culturali e ambientali uno degli incontri di verifica previsti dall'accordo del 2012 che mise fine a tre mesi di sciopero e occupazione degli stabilimenti cinematografici di Cinecittà, accordo che conteneva impegni cogenti per un reale rilancio di tutto il sito e la messa in sicurezza dei livelli occupazionali. In seguito a questo accordo, la Deluxe Italia si presentò come acquirente affidabile e unico in grado di portare lavoro internazionale di produzione e post produzione a Cinecittà, ponendo al sindacato confederale come unica condizione collaborazione e responsabilità, soprattutto nella fase di start up. Una collaborazione che la Slc Cgil, ma più in generale tutto il sindacato confederale, non ha mai fatto mancare. Di contro, a distanza di poco più di un anno, l'azienda risponde con tre licenziamenti economici e la "restituzione" di 40 lavoratori del laboratorio a Cinecittà Digital Factory. Invitiamo pertanto l'azienda a reintegrare i lavoratori e a iniziare un serio confronto con il sindacato per trovare insieme soluzioni alternative ai licenziamenti e alle difficoltà aziendali. Sollecitiamo inoltre il Mibac e Cinecittà Digital Factory a farsi carico di ciò che sta accadendo all'interno del sito di Cinecittà in quanto parti attive dell'accordo del dicembre 2012 e a oggi anch'esse inadempienti su quanto convenuto". "Siamo convinti - conclude la nota - che solo rimettendo al centro il lavoro e l'occupazione si possa uscire indenni dalla crisi".

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]