Martedì, 25 Marzo 2014 20:28

Roma Capitale Cultura. Si parla di 160 milioni di tagli. La Cgil, inaccettabili

Scritto da

ROMA - "Centosettanta milioni di tagli alla cultura nel bilancio 2014. Se la notizia risultasse fondata saremmo di fronte al paradosso di una giunta che mentre afferma in ogni occasione pubblica la centralità di questo settore per Roma, opera di fatto per svilirlo".

Così, in una nota, Livia Potolicchio, segretaria della Cgil di Roma e del Lazio. "Da anni - continua - chiediamo una programmazione seria, pluriennale, mirata a valorizzare il patrimonio storico artistico e culturale in virtù della sua duplice potenzialità: da un lato quella di migliorare l'inclusione e la crescita sociale ed elevare il livello qualitativo del vivere, dall'altro di attivare economie di filiera, occupazione qualificata e sviluppo". " Nei mesi passati - aggiunge - abbiamo assistito, impotenti, alla chiusura di importanti istituti culturali della Capitale, segnali infausti della deriva cui sembra condannato il sistema cultura nel nostro territorio. Riteniamo pertanto sia giunto il momento di operare scelte coraggiose e innovative sul modello di sviluppo e di ripensare le fondamenta sulle quali ri-costruire il presente e il prossimo futuro. In questo modello, la cultura resta per noi un asse centrale".

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]