Martedì, 01 Aprile 2014 21:03

Privilege Yard. Scendono in piazza le mogli dei lavoratori senza stipendio da novembre

Scritto da

ROMA - "Questa mattina, in concomitanza con l’incontro convocato presso il ministero dello Sviluppo economico, si è svolto un presidio dei lavoratori della Privilege Yard, senza stipendio dallo scorso novembre". Così, in una nota, i segretari generali della Fiom Cgil di Roma e del Lazio e di Civitavecchia Francesca Re David ed Elsa Bertero e il segretario generale della Cgil di Roma nord Civitavecchia Cesare Caiazza.

"Nel 2007 - continuano - la Privilege Yard presentò un progetto con cui assumeva l’impegno di costruire diversi megayacht in pochi anni, in un cantiere che avrebbe dovuto impiegare oltre mille lavoratori. La ditta ottenne il positivo giudizio delle istituzioni e della politica, la concessione di un enorme spazio all’interno dell’area portuale di Civitavecchia e finanziamenti da parte delle banche. Dopo sette anni, tuttavia, non è stato completato neppure il primo yacht e il picco più alto di lavoratori impiegati non ha mai superato la soglia dei 200. Da mesi le lavorazioni sono ferme per assenza di finanziamenti. Una condizione che ha portato gli operai a occupare il cantiere da oltre dieci giorni, contribuendo con la loro determinazione alla tempestiva convocazione della riunione odierna alla quale hanno partecipato una folta rappresentanza della Privilege, la Fiom Cgil di Roma e del Lazio, la Fiom Cgil e la Cgil di Civitavecchia insieme a una rappresentanza dei lavoratori".

"Il vice ministro Claudio De Vincenti - aggiungono - si è impegnato ad analizzare e monitorare la vicenda insediando un vero e proprio tavolo di confronto permanente. Ha inoltre ufficializzato la convocazione di una riunione la prossima settimana in presenza delle organizzazioni sindacali, del ministro del lavoro, dell'Inps e della Regione Lazio per sbloccare la situazione relativa all'erogazione della cassa integrazione dal mese di novembre per i lavoratori delle ditte che operano nel cantiere e aprire le procedure per l’utilizzo degli ammortizzatori, ordinari e in deroga, per gli impiegati diretti della Privilege, addetti ai servizi, alle pulizie e così via".

"Esprimiamo apprezzamento - dicono ancora i sindacalisti -  per la sensibilità dimostrata dal ministero non solo sul tema degli ammortizzatori ma anche per essersi fatto carico di una vertenza che, qualora non evolvesse positivamente attraverso il nuovo finanziamento delle banche come tutti auspichiamo, dovrà essere esaminata e gestita in altro modo, evitando che siano i lavoratori a pagare per colpe e leggerezze di altri. Continueremo a sostenere tutte le iniziative di mobilitazione finalizzate a una positiva conclusione della vertenza, a iniziare dalla manifestazione promossa per sabato prossimo dalle mogli dei lavoratori che stanno occupando il cantiere. L'appuntamento è alle ore 10 davanti alla caserma dei Vigili del Fuoco, nelle vicinanze del porto. Da lì partirà un corteo che raggiungerà il piazzale del Comune di Civitavecchia. Invitiamo l’intero mondo del lavoro, i pensionati e i cittadini civitavecchiesi a parteciparvi".

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]