Giovedì, 04 Dicembre 2014 01:00

Scuola. 500 sindaci in rivolta. Ci hanno dato assegno a vuoto

Scritto da
Foto Agenzia Dire Foto Agenzia Dire

ROMA - Hanno fatto i lavori di ammodernamento alle scuole, come previsto dal decreto del Fare, varato dal governo Letta. Ma all'atto di incassare, dall'esecutivo non sono arrivati i fondi promessi per l''edilizia scolastica.

Si trovano in questa condizione circa 500 sindaci di tutta Italia: chiamati a raccolta dal sindaco di Alpignano Del Tronto, e accomunati dall'esigenza di tappare un buco nel bilancio di cui si dichiarano "assolutamente incolpevoli". Una delegazione di primi cittadini si è data appuntamento questa mattina davanti a Palazzo Chigi per incontrare i vertici della task force edilizia scolastica. A mediare per loro alcuni deputati, tra i quali i Democratici Giovanni Burtone e Antonino Moscatt.

Tra i più agguerriti il sindaco di Gioiosa Marea, in provincia di Messina, Eduardo Spinella: "Io ho fatto un lavoro di risanamento e messa a norma rispetto al rischio antisismico di una scuola media. Importo 1 milione e 700 mila euro. Ma in cassa non è arrivato neanche un euro", spiega fascia tricolore alla mano. Disavventura che è capitata anche a Nuccio Sapia, primo cittadino di Casteltermini, in provincia di Agrigento: "Io ho pregato l''impresa di eseguire i lavori di messa in sicurezza durante l''estate, in modo da non interferire con l'attività scolastica. Risultato: apro le scuole, ricevo i bambini e metto in sicurezza l''edificio. Ho finito nei primi di settembre ma ancora non abbiamo i soldi per pagare l'impresa, che minaccia azione legale con gli interessi, perché- racconta- rischia il fallimento visto che può pagare i propri fornitori. E'' un cane che si morde la coda". A Casteltermini il sindaco è intervenuto su una scuola elementare, per circa 550mila euro di lavori. "Noi avevamo il decreto del governo e ci avevano anche detto di finire i lavori entro dicembre, altrimenti perdevamo i finanziamenti.

Non voglio usare parole grosse- aggiunge Sapia - qui lo stato fa assegni a vuoto. Siamo al venire meno di qualsiasi certezza nella pubblica amministrazione".

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]