Domenica, 17 Luglio 2016 21:07

Violento incendio al lago di Martignano. auto a rischio, bagnanti in fuga

Scritto da

MARTIGNANO (ROMA) - Lago di Martignano ore 13.30. Centinaia di bagnanti ragazzi famiglie bambini e anziani.

Nuvoloni neri si addensano "cos'e'? Il temporale?". "No! Un incendio, sarà un contadino che ha incendiato i campi e il fuoco gli è sfuggito". Il ragazzo del piccolo stabilimento‎ ci dice di aver avvisato i  pompieri. Tutto procede tranquillo. Ore15.15: si avverte agitazione, le navette vanno su e giu, la gente inizia a vestirsi frenetica. Arriva un' auto dei vigili "L'incendio si avvicina, le auto potrebbero essere in pericolo". Fuggi fuggi generale a piedi a cavallo con le navette. Le ruote di un'auto troppo carica slittano sulla sabbia. Arriviamo in cima alla salita: si, è vero! Le fiamme sono vicine alle auto. Ma non ci sono ne pompieri ne vigili ne protezione civile.nessuno! Chiamo il 115: inutili minuti di attesa ad un risponditore automatico. Chiamo il 113: stessa storia. Le auto si mettono in coda ed è un fuggi fuggi generale. Alle 16.10 circa arrivano i camion dei pompieri che non riescono a farsi strada tra le auto parcheggiate e neppure a salire nei campi. Nelle fiamme che divampano spariscono gli alberi. Arriva un elicottero, poi un altro. Girano guardano e poi iniziano a rovesciare i cestelli pieni d'acqua. 16.30: il fuoco avanza in più punti. Arriva finalmente il CanadAir, come la salvifica cavalleria e comincia a scaricare ettolitri d'acqua con la schiuma. Corre voce che ci siano anche la sindaco (preferisco dire cosi) e un assessore. Intanto arrivano altre autopompa, un camion enorme del volontariato di protezione civile, altri elicotteri. La sindaco mi dice di aver tentato invano di chiamare il 115 e di aver atteso 20 minuti senza risposta. La zona viene evacuata con divieto di accesso al lago. Arriva anche un furgone della Croce Rossa. C'è ne andiamo mentre intorno tutto fuma ancora. 

Una domanda sempli semplice: non si poteva attivare tutto questo armamentario di interventi due se non tre ore prima quando l'incendio era circoscritto? Oggi pomeriggio in poche ore sono andati in fumo ettari di parco prezioso.‎ Un"altra domanda: ha senso quell'assurdo parcheggio in mezzo ai campi? E' possibile che i numeri d'emergenza come il 113 o il 115 abbiano il risponditore automatico che prega di rimanere in linea? Non sono un call center aziendale.‎ Chi chiama lo fa per un'emergenza e deve avere risposte immediate!

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]