Giovedì, 20 Ottobre 2016 14:57

Roma. Omicidio Ponte di Nona, scatta la condanna

Scritto da

ROMA  - Si deciderà lunedì prossimo 24 ottobre la sorte di Vincenzo Fidale, di 30 anni, che rischia la condanna a 12 anni di reclusione per avere ucciso Fabrizio Ventre.

Il delitto avvenne nella zona di Ponte di Nona il 26 ottobre dello scorso anno. Ventre che aveva avuto un litigio con Mirko Scarozza amico di Fidale uccidendolo, fu a sua volta assassinato da Fidale. A decidere la sorte di quest'ultimo sarà il gup Pierluigi Balestrieri e il difensore dell'imputato Cesare Placanica dopo la richiesta di condanna del pm Silvia Sereni che ha sostenuto che Fidale agì per legittima difesa temendo che Ventre dopo aver ucciso Scarozza potesse sparare anche a lui. Secondo il pubblico ministero Silvia Sereni, però si tratta di omicidio volontario provocato dallo stato di agitazione che aveva preso l'imputato dopo aver visto morire Scarozza. Si trattò quindi di un delitto di impeto temendo per la propria vita. 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]