Giovedì, 01 Marzo 2012 12:53

Trasporti. Rivolta sul treno Ostia Lido - Roma. E il governo pensa alla Tav

Scritto da

OSTIA (ROMA) - Stipati come bestie in treni affollatissimi. E' questa la vita di chi è costretto a fare il pendolare con la capitale. Ma oggi i passeggeri non ce l'hanno più fatta e dopo l'ennesimo disservizio sono scesi  dal treno e hanno invaso i binari.

Il treno partito da Ostia carico di persone si è fermato improvvisamente a 500 metri dalla fermata Magliana.  Motivo: guasto all'impianto di alimentazione. "Mancava il respiro ed eravamo tantissimi, troppi su quel treno", ha raccontato un testimone. "E tutti i giorni questa situazione si ripete", ha aggiunto. Così i passeggeri inferociti sono scesi e hanno raggiunto a piedi la fermata Magliana a 500 metri di distanza, camminando sui binari e sui sassi.
Alcuni si sono sentiti male. Infatti, a bordo del treno c'erano anziani, bambini e addirittura qualche donna incinta.Insomma scene da terzo mondo che lasciano riflettere sulle condizioni in cui viaggiano migliaia di persone quotidianamente, mentre a nord si spenderanno miliardi di euro per l'Alta velocità. Inutile nasconderlo, L'Italia è il Paese delle contraddizioni.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]