Scienza & tecnologia

Si chiama Metroticket, il primo algoritmo in grado di prevedere con precisione molto elevata - ben oltre il 70% - il risultato di un trapianto di fegato dovuto ad un tumore. L'algoritmo e il suo applicativo informatico interamente "made in Italy" sono stati studiati ed elaborati dal Centro Trapianti dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e dell'Universita' degli Studi di Milano insieme ai Centri Trapianto dell'ospedale Niguarda di Milano e dell'Ospedale Sant'Orsola Malpighi di Bologna, studiando l'attivita' di questi Centri in un arco di dieci anni con il coinvolgimento di oltre mille pazienti italiani trapiantati di fegato per tumore.

Uno studio coordinato dall’Istituto di ricerca genetica e biomedica del Cnr e pubblicato su Nucleic Acids Research ha identificato una nuova funzione dell’enzima separasi, cioè un meccanismo molecolare che regola la velocità di replicazione del Dna, preservando la stabilità del genoma. Lo studio potrebbe contribuire alla ricerca sul cancro   

"La sicurezza di servizi essenziali come trasporti, elettricita' e acqua passa anche attraverso l'analisi dei big data. È questo l'obiettivo del software Obserbot- dall'unione delle parole 'Observer' e 'Robot'- che rendera' possibile acquisire ed elaborare tutte le informazioni che circolano nel web sui danni subiti dalle infrastrutture critiche a causa di guasti, eventi naturali ma anche attentati terroristici.

ROMA - Il prossimo 15 febbraio al Convegno di Labozeta Spa all’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” sulla: “Sicurezza e sostenibilità nell’economia circolare. Le tecnologie dell’Industria 4.0 e management dell’Open Innovation per il laboratorio d’eccellenza” , si parlerà di un nuovo e potente antibatterico che la BT-InnoVaChem ha messo a punto e presenterà nel corso dell’evento. 

Il nuovo test SCED, acronimo di Solid Cancer Early Detection permette di eseguire la mappatura e il monitoraggio delle mutazioni genetiche coinvolte nei tumori solidi a scopo di screening di prevenzione secondaria, riunendo con un solo gesto la possibilità di indagare 50 geni noti per essere correlati al cancro e oltre 2800 mutazioni note.

Ritardare o inibire i processi ossidativi nel nostro organismo e allontanare infiammazioni, malattie degenerative e mantenersi giovani.

Un nuovo approccio integrato per il recupero delle funzioni motorie lesionate da ictus attraverso la riabilitazione robotica e il ripristino di una normale comunicazione tra i due emisferi cerebrali.

labo.jpg

Cerca nel sito

Cultura

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077