Venerdì, 27 Luglio 2012 14:19

Scoperta cura per l'Aids, già due guarigioni

Scritto da

Timothy Brown, l'uomo ribattezzato 'paziente Berlino' guarito dall'Hiv dopo un trapianto di midollo, non e' piu' solo. Alla 19esima Conferenza internazionale sull'Aids che si chiude oggi a Washington, ricercatori americani hanno infatti presentato due nuovi casi simili a quello di Brown, operato nel 2007 per una leucemia mieloide acuta che si era aggiunta all'infezione da Hiv.

Si tratta di due pazienti sieropositivi sottoposti a trapianto di midollo, uno 2 anni fa e l'altro 4, che nei primi 8 mesi successivi all'intervento non hanno mostrato piu' traccia di Hiv ne' nel sangue ne' nelle sue cellule. Almeno per ora, pero', i due uomini continuano ad assumere farmaci antiretrovirali.

La loro storia, illustrata al meeting mondiale sull'Aids da Timothy Henrich e Daniel Kuritzkes, della Divisione di malattie infettive del Brigham and Women's Hospital (Bwh) di Boston, viene rilanciata in queste ore dai media internazionali. Un messaggio di speranza ai pazienti e "un'importante informazione" anche per gli addetti ai lavori, assicurano i relatori. "Quello che e' successo - spiegano - ci suggerisce infatti che, grazie allo 'scudo' della terapia antiretrovirale, le nuove cellule trapiantate che ripopolano il sistema immunitario sembrano essere protette dal rischio di re-infezione". A stupire i medici e' stato soprattutto il fatto che il trapianto di midollo ha 'cancellato' l'Hiv non solo dal sangue dei pazienti, ma anche dalle cellule, dove non sono piu' rilevabili Dna e Rna virali. Anche i livelli di anticorpi anti-Hiv sono diminuiti.

Ora i ricercatori stanno disegnando uno studio per capire se sono rimaste o meno tracce di Hiv nei tessuti. E il passo successivo sara' avviare una ricerca trapiantando altri sieropositivi. A differenza del paziente Berlino, che ha smesso di assumere farmaci, i due operati al Dana-Farber/Bwh di Boston sono ancora sotto terapia antiretrovirale. Inoltre, mentre nel caso di Berlino era stato scelto un donatore con una mutazione genetica che gli conferiva resistenza all'Hiv, nei due 'pazienti Brigham' il trapianto di midollo e' avvenuto senza una selezione in questo senso.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Cultura

Opinioni

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Vaccini Genetici: Una tecnologia da tenere d'occhio

La rivista di divulgazione "Scientific American" ha incluso i vaccini genetici nelle "Dieci tecnologie da tenere d'occhio". La ricerca di nuove strategie di vaccinazione deve tenere in considerazione non solo l'efficacia...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]